Home Imprese Sostenibili Acqua del rubinetto: gli italiani tornano a consumarla

Acqua del rubinetto: gli italiani tornano a consumarla

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 10 Aprile 2020
consumo acqua del rubinetto

La propensione crescente degli italiani verso il consumo di acqua del rubinetto in Italia è stata evidenziata dall’associazione AQUA Italia, appartenente ad ANIMA-Confindustria, dopo aver analizzato i dati della ricerca di un istituto indipendente.

consumo acqua del rubinettoIl tema dell’acqua nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2016 è, infatti, più che mai attuale.

La relazione tra acqua e vita, si è sempre più sostanziata attraverso l’approfondimento delle conoscenze sul ruolo dell’acqua nei sistemi biologici e nell’organismo umano.

L’acqua è il principale costituente del corpo umano e rappresenta circa il 60% del peso corporeo nei maschi adulti, dal 50 al 55% nelle femmine – caratterizzate da una maggiore percentuale di grasso corporeo rispetto ai maschi – e fino al 75% in un neonato. A conferma dell’importanza delle acque destinate al consumo umano, sono state nel tempo fissate norme di qualità essenziali a tutela dei consumatori.

AQUA Italia ricorda quindi l’importanza del fenomeno del ritorno all’acqua del rubinetto e del successo che dal 2006 a oggi ha riscosso nel nostro Paese.

Dalla recente ricerca commissionata dall’associazione all’istituto indipendente CRA, è emerso che la propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non, si attesta oggi al 71,8% con un 43,9% che dichiara di berla sempre o quasi sempre. Si aggiunge l’attenzione verso le tematiche green: l’acqua a km0 non è più vista solo come un servizio al cittadino, ma come una valida alternativa all’acqua in bottiglia.

In linea con questa nuova cultura dell’acqua va sottolineato il successo del ritorno alle fontanelle comunali, oggi denominate Chioschi dell’Acqua; dall’analisi è emerso che il 67% degli intervistati conosce l’esistenza del servizio e, nel dettaglio, il 41,9% di questi vive in un comune che possiede un Chiosco dell’Acqua e il 17% vive in una località che non lo possiede ma se fosse proposta l’iniziativa, aderirebbe di certo.

Questo spiega anche l’interesse dei gestori a comunicare sempre più e sempre meglio il tema dell’acqua del rubinetto. Come MM che, dal 12 al 14 ottobre, esporrà per i cittadini milanesi, presso lo spazio Swiss Corner di Piazza Cavour, i 19 concept innovativi del concorso #ildragoverdesiveste studiati dai futuri designer di NABA, la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

L’iniziativa fa parte del progetto di comunicazione sociale sull’acqua di MM che ha la partnership di Pubblicità Progresso e Domus. Attraverso il linguaggio della creatività, MM ha immaginato con gli studenti un possibile restyling della vedovella, la mitica fontanella di acqua potabile che caratterizza Milano ed è famosa in tutto il mondo. Tutti i visitatori avranno in omaggio il poster con i concept esposti.

Condividi: