Home Imprese Sostenibili Casa metabolica, l’importanza di un comfort domestico sostenibile

Casa metabolica, l’importanza di un comfort domestico sostenibile

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
casa metabolica comfort sostenibile

casa metabolica comfort sostenibileIl comfort domestico dovrà essere sempre più efficiente e sostenibile, caratterizzato da una collaborazione sinergica tra i dispositivi di gestione energetica: è l’obiettivo della casa metabolica in cui le componenti il sistema di riscaldamento riusciranno a dialogare tra loro per utilizzare in modo efficiente l’energia.

In questo cammino, ovviamente, saranno fondamentali le tecnologie per il riscaldamento perché dovranno – e potranno – avere un ruolo chiave verso una gestione green e sostenibile degli impianti domestici.

Un dato su tutti per capire l’estensione dell’argomento: oltre il 40% dei consumi energetici nei paesi UE è assorbito dagli edifici; consumi che per l’85% dipendono da riscaldamento domestico e acqua calda sanitaria.

Ecco allora che per poter integrare in modo efficiente le attuali fonti energetiche – tipicamente il gas – con le energie rinnovabili servono prodotti intelligenti, ad alta efficienza energetica, integrabili con l’intero impianto domestico: è quanto promette la casa metabolica, un concetto espresso dall’architetto Giulio Crespi, docente del Politecnico di Milano.

La casa metabolica, di cui si è accennato durante un incontro dedicato al tema dell’abitare green organizzato da Vaillant, si fonda sul concetto della riduzione delle dispersioni di energia, da riutilizzare in nuove modalità.

Per Crespi, quindi, l’ambiente domestico può riuscire a comportarsi come un organismo energetico complesso, in grado di assicurare comfort e prestazioni riducendo quanto più possibile l’energia utilizza e, al tempo stesso, avendo un impatto ambientale molto basso.

“L’approccio metabolico, che si tratti di una casa, di una strada o di un edificio pubblico, benché ancora agli albori, dimostra già grandi potenzialità in tema di riduzione dei consumi, degli sprechi, e nella capacità di riutilizzo delle risorse, il che si traduce naturalmente in una sensibile riduzione delle emissioni inquinanti” ha dichiarato Ceppi “Occorre però capire che si tratta appunto di un approccio, di un sistema, che come tale va pensato e gestito e che richiede il dialogo tra le varie componenti che lo costituiscono, richiede la possibilità di mettere insieme tecnologie diverse e complementari”.

La casa metabolica dal punto di vista di Vaillant

Per tradurre in termini pratici il concetto di casa metabolica è intervenuta l’interpretazione di Vaillant che trasforma la filosofia green in applicazioni concrete attraverso il marchio Green IQ attraverso il quale l’azienda vuole promuovere il cambiamento attraverso nuovi standard di efficienza energetica e di sostenibilità.

Green sta a testimoniare progettazione del ciclo di vita del prodotto, produzione responsabile, longevità del prodotto e maggiore efficienza per garantire prestazioni di alta qualità.

IQ, invece, rappresenta la smartness, l’intelligenza che consente di ottimizzare l’utilizzo del prodotto nel corso degli anni e a offrire il controllo e il monitoraggio dell’energia consumata.

Condividi: