Home Imprese Sostenibili LIFE Food.Waste.StandUp, informazione contro gli sprechi alimentari

LIFE Food.Waste.StandUp, informazione contro gli sprechi alimentari

città: Roma - pubblicato il: - ultima modifica: 11 Aprile 2019
LIFE Food.Waste.StandUp

Alla presenza del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, e dell’onorevole Maria Chiara Gadda, promotrice e relatrice della legge contro gli sprechi alimentari, è stato presentato il progetto LIFE Food.Waste.StandUp, una campagna di comunicazione e di sensibilizzazione contro gli sprechi alimentari.

La campagna di informazione e di sensibilizzazione di LIFE Food.Waste.StandUp – che avrà inizio a gennaio 2017 – punterà principalmente verso tre target strategici: le imprese della produzione agroalimentare, le imprese della Grande Distribuzione Organizzata e i consumatori finali.

LIFE Food.Waste.StandUp è co-finanziato dalla Commissione Europea all’interno del programma per l’ambiente e l’azione per il clima (LIFE 2014-2020) e si focalizza sulla prevenzione e la riduzione dello spreco alimentare e il recupero delle eccedenze.

Perché serve il progetto LIFE Food.Waste.StandUp?

La fotografia dell’emergenza indirizzata dal progetto LIFE Food.Waste.StandUp è tutta nei dati forniti dalla FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa di cibo e di agricoltura:

  • 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vanno sprecati ogni anno nel mondo
  • il loro valore è di oltre 2.000 miliardi di euro all’anno
  • 1/3 della produzione mondiale di cibo finisce nella spazzatura in quasi uguale proporzione tra Paesi industrializzati (670 mln/ton) e Paesi in via di sviluppo (630 mln/ton)

Anche in Italia, ogni anno, finiscono nei cassonetti dei rifiuti alimenti per un valore di circa circa 12,6 miliardi di euro e il nostro Paese si attesta a metà della media europea dove il Paese con maggior spreco è l’Olanda e quello con il minor spreco è la Grecia. La produzione degli alimenti annualmente sprecati in Italia equivale a 24,5 miliardi di tonnellate di carbonio inutilmente sprigionate in atmosfera.

Il progetto LIFE Food.Waste.StandUp si propone quindi di contribuire a influenzare favorevolmente un processo già in corso decisamente valorizzato grazie alla approvazione della legge 166/2016 sugli sprechi alimentari in vigore dal 14 settembre 2016.

LIFE Food.Waste.StandUp mira a coinvolgere circa 20.000 imprese italiane agroalimentari, 12.000 punti vendita (diretti e in franchising) e 500.000 consumatori nella campagna di sensibilizzazione anti-spreco alimentare per diffondere informazioni e modelli per la gestione eccedenze alimentari a circa 200.000 imprese alimentari europee; formare almeno 200 aziende agroalimentari e 65 aziende della Grande Distribuzione Organizzata sulle procedure di donazione e di gestione delle eccedenze alimentari.

Saranno anche attivati 59 infopoint per i consumatori in altrettante città di 15 regioni italiane per fornire informazioni sulle pratiche anti-spreco alimentare.

Condividi: