Home Imprese Sostenibili G! Come Giocare: il riciclo RAEE spiegato ai bambini

G! Come Giocare: il riciclo RAEE spiegato ai bambini

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
g! come giocare

g! come giocareL’importante è riuscire a promuovere l’educazione al riciclo tra i bambini, se si riesce a farlo divertendoli è ancora meglio: con questa premessa a G! Come Giocare si cerca di farlo attraverso il gioco.

Il tentativo ludico-educativo viene fatto dal consorzio Remedia che si occupa della gestione ecosostenibile dei rifiuti tecnologici, che anche per quest’anno sarà presente a G! Come Giocare, la fiera-evento dedicata alle famiglie e ai bambini che si svolgerà presso il Padiglione 3, Stand A5 di FieramilanoCity a Milano, dal 18 al 20 novembre.

Saranno tante le iniziative e le attività organizzate per i bambini e le loro famiglie, tra cui citiamo lo spettacolo interattivo Salviamo il parco e i RAEE, che vuole insegnare a rispettare l’ambiente attraverso il gioco. Per questo, negli intervalli tra gli eventi i bambini potranno divertirsi a raccogliere i RAEE e a consegnarli nelle piazzole ecologiche predisposte per guadagnarsi eco-crediti e vincere simpatici premi.

G! Come Giocare vuole, attraverso il gioco, educare i bambini alla tutela dell’ambiente, insegnando loro innanzitutto a non buttare i rifiuti ma anzi a riciclarli; infatti i giocattoli, come tutti i RAEE, se vengono avviati al riciclo correttamente permettono la raccolta e la reintroduzione nel ciclo produttivo di materiali quali ferro, plastica, alluminio e non solo.

Per fare un esempio pratico, riciclando una console del peso di 2 kg è possibile ricavare ferro (45,50%), plastica (19%), alluminio (4%), rame (1,5%) e altri materiali, tra cui una piccola percentuale di metalli preziosi e terre.

“Avviare i giocattoli elettrici ed elettronici non più funzionanti al corretto riciclo rappresenta un’opportunità per la salute e l’ambiente. Si ricavano infatti nuovi materiali, nuove risorse, quindi, anziché diventare un pericolo per l’ambiente se non avviati a un corretto smaltimento una volta giunti a fine vita” spiega Fabrizia Gasperini, Responsabile Comunicazione di Remedia “A oggi il corretto riciclo di questi giocattoli si mantiene sul 2% di quelli immessi sul mercato, una percentuale che equivale a 230 tonnellate smaltite correttamente a fronte di 12 mila immesse sul mercato. Sono questi i dati che, con iniziative come G! Come Giocare, ci auguriamo possano essere incrementati anche attraverso attività di sensibilizzazione e educazione al riciclo rivolte, come in questo caso, a partire dalle famiglie”.

Condividi: