Home Imprese Sostenibili Supercar elettrica: nella HIZEV la batteria è sviluppata da ENEA

Supercar elettrica: nella HIZEV la batteria è sviluppata da ENEA

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
supercar elettrica hizev

supercar elettrica hizevLa HIZEV è una supercar elettrica, di impostazione sportiva e design moderno, dalle interessanti prestazioni motoristiche pur conservando un’alta sostenibilità ambientale.

L’auto elettrica è stata realizzata da un consorzio di piccole e medie imprese, con Picchio Spa come capofila, affiancate da ENEA che si è occupata di progettare il sistema di accumulo – ovvero la batteria.

La supercar elettrica HIZEV è dotata di trazione integrale con avantreno motorizzato con un azionamento elettrico da 150 kW, mentre nel retrotreno sono stati collocati due motori da 100 kW ciascuno e differenziale elettronico a controllo vettoriale.

Il sistema di accumulo, realizzato con celle litio-ioni ad alta potenza, è stato progettato per garantire un’autonomia di 180 chilometri ed è stato posizionato centralmente nel retrotreno; la performante batteria è stata sviluppata nel Laboratorio Sistemi e Tecnologie per la Mobilità e l’Accumulo del Centro Ricerche ENEA Casaccia.

La supercar elettrica sviluppata dalla Picchio è stata progettata per le corse in salita ed è quindi particolarmente grintosa: vanta infatti un’accelerazione da 0 a 100 stimabile tra i 3 e i 3,5 secondi, e può raggiungere i 300 km/orari.

“Abbiamo modellato dal punto di vista termico ed elettrico il comportamento delle batterie nelle condizioni estreme previste per le gare, validandone al banco i risultati ottenuti” sottolinea il responsabile del laboratorio ENEA Giovanni Pede “Il principale valore aggiunto dell’ENEA sta proprio nel coniugare la progettazione dei sistemi di accumulo con la verifica pratica delle prestazioni nel Laboratorio Prove batterie della Casaccia, un impianto di assoluta eccellenza per il nostro paese”.

Condividi: