Home Imprese Sostenibili Un milione di euro per l’efficienza energetica dei condomini a Trento

Un milione di euro per l’efficienza energetica dei condomini a Trento

città: Trento - pubblicato il:
efficienza energetica condomini

efficienza energetica condomini“Abbiamo voluto organizzare sul territorio dei momenti di confronto diretto per aiutare amministratori e proprietari di appartamenti dei condomini a intraprendere la strada del risparmio energetico”: a parlare è l’assessore provinciale alle politiche ambientali e alle infrastrutture Gilmozzi che ha spiegato le ragioni del nuovo piano di incentivi destinato alla riqualificazione energetica proprio dei condomini.

L’assessore ha voluto sottolineare che questa scelta della provincia è legata alla realizzazione del paradigma: rispetto dell’ambiente con il risparmio energetico da un lato, e lavori di efficientamento e ripresa attività lavorativa nell’ambito edile dall’altra.

Infatti c’è da considerare che “oltre ai vantaggi in termini fiscali e finanziari” legati sia all’eventuale accensione di un mutuo prima casa (dettagli su www.spaziomutui.com/guidacasa/mutuo-prima-casa.htm), ma soprattutto alle percentuali di recupero dei lavori fatti secondo le aliquote vigenti, la riqualificazione energetica “consente agli immobili di aumentare il valore di mercato. Incentivare il risparmio e quindi la decrescita del consumo di energia è una chiave di lettura per il futuro, un modo con cui il Trentino risponde in modo sostenibile al grande tema dei cambiamenti ambientali, così come previsto anche dal Piano provinciale”.

Il piano di incentivi, per il quale l’assessore Gilmozzi si sposterà praticamente su tutto il territorio della provincia di Trento, per mantenere un rapporto di comunicazione diretto, è stato voluto dallo stesso, e prevede uno stanziamento di un fondo da 1 milione di euro.

Gli interventi che permetteranno di attingere al fondo potranno essere: verifica condizioni condominio e diagnosi energetica; progettazione e assistenza per i lavori di miglioramento sul fronte energetico; abbattimento degli interessi passivi derivanti dai mutui accesi per sostenere i lavori sui condomini, usufruendo di migliori condizioni grazie agli accordi che la Provincia Autonoma di Trento ha stretto con un gruppo di banche.

I condomini che potranno ottenere le agevolazioni devono avere: l’amministratore, almeno 5 unità abitative, anno di costruzione ante 1991.

Condividi: