Home Agricoltura 4.0 Doppie colture in agricoltura: produrre biogas in modo sostenibile

Doppie colture in agricoltura: produrre biogas in modo sostenibile

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
doppie colture biogas

doppie colture biogasGrazie alla metodologia delle doppie colture si apre per gli agricoltori un enorme potenziale per la produzione sostenibile di biogas in Italia, a costi bassi e con impatti ambientali positivi.

Uno studio, effettuato da Ecofys per il Consorzio Italiano Biogas, ha mostrato infatti che le produzioni agricole possono essere aumentate, in modo sostenibile e senza ricadute negative sull’utilizzo del suolo o sulle produzioni alimentari, grazie all’introduzione delle colture di integrazione.

Cosa si intende per doppie colture in agricoltura

I terreni agricoli sono generalmente lasciati a riposo durante i mesi invernali. Con la metodologia delle doppie colture, invece, gli agricoltori potrebbero utilizzare in inverno una coltura di copertura da aggiungere a quella convenzionale del periodo estivo.

Ecofys, insieme al centro di analisi dei sistemi colturali dell’Università di Wageningen (Olanda) e con il CRPA, Centro Ricerche Produzioni Animali di Reggio Emilia, ha valutato l’impatto ambientale di questa pratica già applicata da molti agricoltori italiani.

L’indagine si è concentrata su un caso studio in Nord Italia, presso un’azienda agricola in cui viene coltivato mais da insilare come coltura estiva dedicata al foraggio, e triticale, come coltura di copertura invernale da destinare al digestore. Il digestato, il prodotto finale della digestione anaerobica ricco di nutrienti, ritorna al suolo.

Si è quindi analizzato quanta biomassa addizionale viene prodotta e quali impatti essa abbia sui nutrienti presenti nel terreno, sull’erosione del suolo, sulla disponibilità di acqua, sulla biodiversità dell’ecosistema dell’azienda agricola e sul bilancio di carbonio.

I risultati della metodologia a doppie colture

I risultati della ricerca di Ecofys hanno verificato quindi che le produzioni di colture foraggere e colture addizionali per il digestore sono incrementate, con una crescita di redditività per l’azienda agricola senza la necessità di ridurre le produzioni alimentari esistenti e senza generare impatti negativi a livello ambientale.

Ecofys ha dimostrato in questa prima fase di ricerca, che dovrà necessariamente essere approfondita e confermata con ulteriori studi, che l’uso di doppie colture è un modello economico interessante che può essere diffuso vantaggiosamente.

La ricerca ha stimato che il potenziale di risparmio economico e di opportunità per i territori possono essere significativi. Un potenziale ancora maggiore si può prevedere se si tiene conto anche di altre combinazioni di colture in rotazione.

Il biogas addizionale può essere trasformato in biometano e quindi utilizzato per i trasporti e il riscaldamento, oltre che per produrre energia elettrica.

Condividi: