Home Eco Lifestyle Alla ChinaTown New Year Run si corre per ViviDown

Alla ChinaTown New Year Run si corre per ViviDown

ChinaTown New Year Run

ChinaTown New Year RunLa domenica mattina milanese è densa di runner che si scatenano per le vie della città, finalmente sgombra di automobili; e per partecipare alla ChinaTown New Year Run questa mattina l’abbiamo attraversata praticamente tutta incontrandone veramente tanti. Di tutti i colori vestiti.

Noi della Green Planner EcoRun Team, arrivati in Paolo Sarpi con una bella bici del bike sharing milanese, ci siamo vestiti di rosso. Era la maglia scelta dai corridori del Road Runners Club di Milano che hanno organizzato la tappa.

Maglie rosse come la forza che sprigiona l’organizzazione ViviDown per cui questa mattina abbiamo corso. Un bambino su 1.000 nasce con la sindrome di Down. L’associazione fornisce strumenti per sostenere le difficoltà che la disabilità comporta.

Particolare è soprattutto la rete di medici specialisti di cui si avvale e che è messa a disposizione delle famiglie di tutta Italia. E anche il supporto alla ricerca scientifica.

Molto bello il lavoro di gemellaggio tra i Road Runners, l’associazione ViviDown e la comunità cinese che ha supportato la manifestazione anche in nome del capodanno cinese che cade in questi giorni. Unica pecca il lancio di una cinquantina di palloncini gonfi di elio: plastica in volo.

Noi del Green Planner EcoRun Team ne avremmo fatto a meno, perché dopo l’attimo di gioia, i palloncini si trasformano in inquinanti sia per le acque, che per l’ambiente in generale, diventando un problema soprattutto per i pesci e gli animali acquatici.

Intanto, Paolo Sarpi si è vestita di rosso in nome di un’apertura che a poco a poco sta avvenendo. Lo dice anche Antonio Brillo dei Road Runners: “Siamo felici di averli nel nostro team: finalmente si iscrivono anche loro. E ogni giorno scopriamo quanto siano in gamba. Quanto siano preparati dal punto di vista culturale”.

La ChinaTown New Year Run è una 5km non competitiva. Ma il sesto chilometro, che per i cinesi misura 888 metri, simbolo dei soldi, ha richiesto uno scatto.

Che per la categoria delle donne è stato vinto da Alice Borsani, 16 anni.

Lei si dice felice di aver partecipato anche in ricordo di un grande vecchio, affetto da sindrome di Down e recentemente mancato all’età di 68 anni. L’applauso va allo stile di vita di queste persone che migliora di anno in anno. E a chi li aiuta tutti i giorni!

Condividi: