Home Imprese Sostenibili Conto Termico 2.0: calcolare online si può

Conto Termico 2.0: calcolare online si può

città: - pubblicato il:
marco saccone olimpia splendid conto termico

marco saccone olimpia splendid conto termicoCalcolare in anticipo le agevolazioni e i risparmi ottenibili con i contributi del Conto Termico 2.0 sostituendo i vecchi impianti termici.

Sul sito di Olimpia Splendid è ora possibile farlo. Ovviamente, il calcolo avviene sui prodotti commercializzati dall’azienda bresciana, pompe di calore, compresi i climatizzatori, o le stufe a pellet. Ma impratichirsi non è male.

Anche perché il famigerato conto termico, da che è nato è sempre risultato indigesto sia agli operatori sia ai clienti.Per questo abbiamo chiesto a Marco Saccone, marketing manager di Olimpia Splendid, il perché di questa operazione.

Ottima la soluzione che proponete ai clienti: ma in che cosa pensate che il conto termico debba essere migliorato per essere più efficiente?

La prima versione dell’incentivo statale denominato Conto Termico risale al 2012 e offriva già vantaggi correlati all’installazione di pompe di calore. Tuttavia il valore degli incentivi dedicati a questa tecnologia era poco significativo e l’iniziativa non ha preso piede incidendo sul mercato.

L’attuale Conto Termico 2.0, emanato nel 2016, ha visto innanzitutto un incremento nel valore degli incentivi e, inoltre, sono state ampliate le categorie di prodotto coinvolte comprendendo anche, per esempio, le pompe di calore ibride e i bollitori in pompa di calore.

Si tratta di tecnologie che offrono un elevato potenziale di efficienza energetica, un segmento nel quale le aziende italiane sono leader in Europa.

Tenendo conto di quest’ultimo aspetto è evidente che questa misura è decisamente utile al mercato italiano e potrebbe essere migliorata ulteriormente comunicando le opportunità di risparmio ai clienti finali, coinvolgendo anche maggiormente la filiera professionale nella promozione di questo strumento.

La strada della comunicazione è proprio quella che stiamo perseguendo con il nostro strumento di calcolo online sul sito Olimpia Splendid, che offre informazioni utili sugli incentivi permettendo a clienti finali e progettisti di trovare i prodotti che hanno i requisiti minimi di efficienza per poter accedere agli incentivi e di calcolare indicativamente l’incentivo che verrà riconosciuto.

Quanto lo stesso conto termico vi ha permesso di incrementare le vendite a oggi?

Il Conto Termico 2.0 è una misura ancora recentissima e i risultati raggiunti sono a oggi di modesta entità ma in grande crescita: i consumatori, infatti, sono sempre più attenti agli aspetti riguardanti l’efficienza energetica e sempre più consapevoli e interessati alle possibilità di risparmio in questo settore.

L’inizio di quest’anno ha fatto registrare segnali positivi e in particolare ci aspettiamo riscontri interessanti dal mercato delle ristrutturazioni.

Quali altre operazioni avete in mente per sviluppare il mercato dell’efficienza energetica?

Olimpia Splendid ha sempre avuto nel suo DNA la massima attenzione all’innovazione sostenibile: l’efficienza energetica è dunque un asset fondamentale per il nostro reparto R&D nella definizione dei nuovi prodotti e delle nuove soluzioni.

Con il 2017 abbiamo proposto una vasta gamma di prodotti posizionati nelle classi energetiche A/A+/A++ e una serie di proposte impiantistiche a tecnologia rinnovabile come le pompe di calore.

In particolare, abbiamo investito sforzi e risorse nella tecnologia brevettata Aquadue, il cuore tecnologico degli impianti a pompa di calore, che consente mediante la combinazione di una pompa di calore aria-acqua a tecnologia inverter con un secondo stadio acqua-acqua il raffrescamento o il riscaldamento a ciclo annuale contemporaneamente alla produzione di ACS ad alta temperatura (fino a 75°C), indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne.

Una tecnologia, quindi, completamente da fonte rinnovabile, in accordo con quanto stabilito dalla RES. La tecnologia Aquadue rappresenta quindi per noi uno strumento per inserirci da protagonisti all’interno del mercato dell’efficienza energetica.

Condividi: