Home Eco Lifestyle NonTiScordarDiMe: un progetto di inclusione per “giovani sul confine”

NonTiScordarDiMe: un progetto di inclusione per “giovani sul confine”

città: Bolzano - pubblicato il:
nontiscordardime

nontiscordardimeUn progetto di inclusione dal nome davvero difficile VergissMeinNicht – termine tedesco che significa NonTiScordarDiMe – che ha l’obiettivo di aiutare i giovani che vivono sul confine a trovare il loro posto nella realtà quotidiana e lavorativa.

NonTiScordarDiMe vuole accendere i riflettori su persone deboli, non propriamente disabili, ma che purtroppo non possono nemmeno essere considerate alla pari di individui con un normale processo di sviluppo psico-fisico.

Ecco allora che il progetto di inclusione VergissMeinNicht cerca di occupare queste persone nel laboratorio di cucito che vende poi il materiale prodotto in un negozio nel centro storico di Brunico.

La società civile locale si è data da fare per contribuire all’iniziativa tanto che le imprese e gli artisti locali hanno permesso di dar vita a prodotti di sartoria straordinari, improntati alla sostenibilità, al design e alla qualità.

Ma adesso il progetto ha bisogno di fondi e per raccoglierli ha pensato a una campagna di crowdfunding che permetta di finanziare i progetti futuri e continuare a garantire l’assistenza e l’accompagnamento professionale dei giovani che vivono sul confine da parte di pedagoghi sociali.

Aprendo il cuore – e il portafoglio – e partecipando fino al 30 giugno prossimo alla campagna di raccolta fondi ci si potrà assicurare uno dei prodotti realizzati a mano e di alta qualità (oppure anche soltanto fare una donazione semplice).

Condividi: