Home Eco Lifestyle Kiss Mugello porta la sostenibilità sulla pista della MotoGP

Kiss Mugello porta la sostenibilità sulla pista della MotoGP

città: - pubblicato il:
kiss mugello 2017

kiss mugello 2017Nel primo weekend di giugno tornano al Mugello i bolidi a due ruote, per il quinto anno consecutivo, accompagnati dall’iniziativa KiSS Mugello che porta la sostenibilità al Gran Premio d’Italia di motociclismo.

KiSS Mugello – Keep it Shiny and Sustainable – è un programma di sostenibilità ambientale e sociale che si propone di sensibilizzare sull’importanza di adottare comportamenti sostenibili gli appassionati dei grandi eventi sportivi, facendo leva sulla loro passione per il motociclismo per far crescere in loro anche la passione per la sostenibilità.

Dalla prima edizione dell’iniziativa – prima anche a livello mondiale – organizzata nel 2013, KiSS Mugello si è prodigata soprattutto per far percepire il rispetto e la tutela dell’ambiente, sfruttando anche il fatto che il circuito toscano si snoda fra le colline del Mugello e permette a gran parte degli appassionati che seguono l’evento di campeggiare nei giorni della manifestazione (da 2 al 4 giugno).

Per ridurre l’impatto ambientale dell’evento quest’anno verranno distribuiti 20mila kit con sacchetti e fogli informativi per la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti, secondo i principi di economia circolare; inoltre saranno incentivati la raccolta delle pile esauste, degli oli alimentari esausti e degli oli lubrificanti usati; l’acqua potabile sarà disponibile in modo gratuito – per evitare lo spargimento di bottigliette di plastica – mentre con un piano di comunicazione si invoglieranno gli spettatori a raggiungere il circuito in modo sostenibile.

KiSS Mugello 2017 vuole naturalmente superare i risultati delle passate edizioni: per la raccolta differenziata, per esempio, il programma punta a superare il risultato del 40% ottenuto nel 2016.

Tante saranno le iniziative sociali incluse nel programma di KiSS Mugello, organizzate grazie anche al coinvolgimento di cooperative sociali.

Ci sarà infatti una Pit Walk solidale, per ragazzi e ragazze disabili di organizzazioni non profit locali, che potranno visitare lungo la pit lane i box dei Team.

La raccolta differenziata effettuata dagli spettatori durante il week-end del Gran Premio verrà collegata con una raccolta fondi a favore della Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze per supportare il progetto Sostegno all’Attività Sanitaria.

In collaborazione con Autodromo del Mugello, QUI Foundation, Emporio della Solidarietà, il Comune di Scarperia e San Piero, con il contributo del team KiSS Mugello e dei dipendenti-volontari del progetto di volontariato d’impresa di Omal S.p.A., verrà organizzata una raccolta delle eccedenze alimentari che saranno donate a organizzazioni non profit del territorio.

KiSS Mugello si inserisce in una storia di attenzione alla sostenibilità che l’Autodromo del Mugello persegue da tempo: nel 2015, infatti, il circuito ha ottenuto il riconoscimento di Achievement of Excellence, il più alto livello di attestazione della sostenibilità ambientale rilasciato dalla FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile).

Inoltre il circuito ha ottenuto certificazioni ambientali e per la salute e sicurezza; sulla tribuna centrale è installato un impianto fotovoltaico che copre il 20% del fabbisogno annuale del circuito ed è inoltre rivestita da un materiale ceramico eco-attivo e antibatterico prodotto da Graniti Fiandre in grado di degradare gli inquinanti più comuni presenti nell’aria.

La progettazione e il coordinamento di KiSS Mugello sono affidati a Right Hub, start-up certificata B Corp, specializzata in progetti di sostenibilità sociale e ambientale legati ai grandi eventi sportivi.

Condividi: