Home Imprese Sostenibili Dal 5 all’11 giugno: tutti parlano di ambiente. E poi?

Dal 5 all’11 giugno: tutti parlano di ambiente. E poi?

pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020

Non stupitevi se oggi qualche monumento in giro per il mondo si illuminerà di verde: è il modo scelto dalle Nazioni Unite per festeggiare questo lunedì 5 giugno che tra l’altro dà il via il G7 dell’ambiente di Bologna.

Filo conduttore della giornata è Connecting with Nature. Il Programma Ambiente delle Nazioni Unite, UN Environment, sta raccogliendo adesioni da parte di svariate città del mondo che illumineranno di verde monumenti.

Anche Milano si illuminerà di verde: dalle ore 20 il municipio di Piazza della Scala sarà il simbolo curato da A2A, una scelta di immagine, ma leggermente effimera. Forse nelle giornate simbolo come questa sarebbe buona cosa lasciare dei segni permanenti.

Lo fa per esempio Treedom, piattaforma web nata a Firenze che offre la possibilità di piantare alberi e seguirli online andando a finanziare direttamente contadini locali in giro per il mondo – e anche in Italia.

Per tutta la settimana del G7 dal sito della startup sarà possibile avere un albero in regalo, o meglio regalare un albero al mondo piantandolo a nome nostro (inserire al momento dell’acquisto il codice promozionale nel carrello: MHMCLSTT).

Intanto a Bologna, città del ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, la settimana scoppia di appuntamenti. L’attesa è per una sorta di memorandum che porti a delle sane azioni. Operative da subito.

Come quelle proposte settimana scorsa da Asvis Italia nel corso delle manifestazioni legate al Festival dello Sviluppo Sostenibile che hanno portato i rappresentanti di sette organizzazioni imprenditoriali a sottoscrivere una dichiarazione congiunta – Le imprese italiane insieme per gli obiettivi di sviluppo sostenibile – riconoscendo che i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile – sustainable development goals, SDG – rappresentano una base indispensabile per una crescita economica e sociale più elevata, equa e sostenibile, oltre che inclusiva e democratica.

Le associazioni firmatarie – Alleanza delle Cooperative Italiane, Confederazione Italiana Agricoltori (CIA), Confcommercio, Confindustria, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA), Federazione Banche, Assicurazioni e Finanza (FeBAF, Unione Italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura – hanno firmato un impegno per informare le loro imprese associate sulle caratteristiche dell’Agenda 2030, per promuovere l’innovazione verso modelli di business orientati agli SDG e per promuovere l’accesso alla finanza etica e responsabile.

“Abbiamo immaginato questa settimana di grande mobilitazione in città” spiega il ministro Galletti “come un’occasione unica di conoscenza e consapevolezza comune. Ci attende un G7 Ambiente con molte importanti questioni aperte e passi in avanti da compiere: ciò che deve essere chiaro è questo processo decisionale non è estraneo alla società, ma tutti ne siamo protagonisti a pari livello.

Istituzioni e grandi aziende, associazioni ambientaliste, operatori e mondo dell’università, hanno scelto di unirsi in #AllForTheGreen per un obiettivo che è necessariamente comune: la cura dell’ambiente, non solo come luogo della conservazione, ma come leva di una nuova crescita economica”.

Innovazione ambientale: quindi, come il Data Center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine.

“Con l’obiettivo di rilanciare l’impegno collettivo sul fronte della mitigazione e dell’adattamento” ha spiegato il Sindaco del capoluogo emiliano Virginio Merola “nello scorso mese di marzo abbiamo lanciato una Call to Action dal titolo Collabora a Bologna Città Resiliente, i risultati saranno esposti in una mostra che accompagnerà gli eventi del G7 e resterà aperta tutta l’estate presso Urban Center.

Tra gli appuntamenti segnalo la giornata di discussione che abbiamo organizzato assieme ad Anci per arrivare alla firma della Carta di Bologna per l’Ambiente. Le città metropolitane per lo sviluppo sostenibile, un documento che impegna le maggiori città del nostro paese nel raggiungimento di importanti obiettivi di qualità ambientale”.

Condividi: