Home Agricoltura 4.0 Sviluppo rurale in Africa: la Cia pronta a scendere in campo

Sviluppo rurale in Africa: la Cia pronta a scendere in campo

sviluppo rurale

sviluppo ruraleI progetti di sviluppo rurale in Africa sono un argine all’immigrazione: lo ha affermato Dino Scanavino, presidente nazionale della Cia, intervenendo al meeting sulla Cooperazione tra organizzazioni degli agricoltori europee e africane.

Per portare lo sviluppo rurale in Africa però si deve puntare sui giovani e fornire risorse a sostegno delle comunità agricole locali, per favorire il passaggio da aziende di sussistenza a imprese aperte al mercato.

Su questo la Cia – confederazione degli agricoltori italiani – è pronta a scendere in campo insieme alle altre organizzazioni per sostenere le popolazioni africane attraverso l’agricoltura.

La soluzione di Scanavino è fare rete e lavorare con uno scambio di informazioni e conoscenze tra le organizzazioni degli agricoltori europei e quelle dei Paesi in via di sviluppo, per accrescere le capacità reciproche, rafforzare la tutela delle comunità rurali, aumentare le innovazioni e favorire iniziative e finanziamenti per l’accesso al mercato delle aziende locali.

In sostanza l’agricoltura può essere protagonista perché sviluppare lo sviluppo rurale in Africa – trasferendo conoscenze utili a rafforzare le capacità imprenditoriali di quegli agricoltori – equivale a costruire un argine economico all’immigrazione.

Condividi: