Home Imprese Sostenibili Offerte luce e gas: 8 regole per scegliere il fornitore giusto

Offerte luce e gas: 8 regole per scegliere il fornitore giusto

città: Milano - pubblicato il:
offerte luce e gas 8 regole per scegliere

offerte luce e gas 8 regole per scegliereDal 2019 non esisterà più il mercato tutelato dell’energia e ogni cittadino dovrà quindi scegliere tra le offerte luce e gas più convenienti per la propria situazione domestica.

La scomparsa del mercato tutelato e il conseguente passaggio al mercato libero richiede da parte dei consumatori la conoscenza dei diversi piani tariffari e delle offerte luce e gas messe a disposizione dai diversi operatori energetici.

Per fare una scelta consapevole e informata, vi offriamo le 8 regole da seguire – elaborate in collaborazione con Sorgenia – per trovare il fornitore di energia che meglio si adatta alle esigenze personali di ognuno di noi.

Come scegliere tra le tante offerte luce e gas

Per prima cosa è necessario capire cosa incide maggiormente sui costi della nostra bolletta energetica; la situazione cambia – e di molto – se si è single, se si vive in coppia o se si ha una famiglia, magari numerosa.

A incidere nella scelta è anche lo stile di vita e il tipo di lavoro che si fa: si rientra tardi la sera, si è spesso assenti nei fine settimana oppure si fa un lavoro che ci fa stare in casa sempre durante il giorno? La scelta cambia.

Tra i parametri da considerare per selezionare le offerte luce e gas più favorevoli incidono poi il numero degli elettrodomestici utilizzati, la città in cui si vive, se si usa il gas soltanto per cucinare o anche per il riscaldamento.

Le 8 regole per capire come scegliere tra le offerte luce e gas dei diversi operatori

1: calcolate il risparmio

La sezione Trovaofferte dell’Autorità per l’energia permette di confrontare tutte le offerte disponibili sul mercato. Si possono naturalmente utilizzare anche i comparatori online – facile.it, luce-gas.it, mybest.it, segugio.it, sostariffe.it, supermoney.it – per trovare l’offerta migliore.

Anche alcune aziende offrono sui propri siti un sistema di comparazione molto efficace; oppure si può cercare su qualsiasi motore di ricerca “offerte luce e gas” e confrontare quanto viene mostrato. Bolletta energetica alla mano sarà quindi possibile fare una comparazione precisa.

2: scegliete il digitale

Le offerte digitali, quelle che si sottoscrivono online, sono le più convenienti perché la società risparmia con questa modalità di vendita e fa pagare meno l’energia.

3: scegliete tra prezzo fisso o variabile

Le offerte a prezzo fisso mettono al riparo del rischio di rialzo del prezzo per almeno 12 mesi, quindi è come se includessero un’assicurazione sul costo. Il prezzo variabile è più rischioso: talvolta sale, altre volte scende, anche se le variazioni sono di solito contenute.

4: decidete la periodicità del pagamento

Anche questo è un criterio da considerare: si può decidere con quale frequenza pagare per organizzare le proprie spese. La bolletta della luce e del gas, infatti, non arriva più necessariamente ogni due mesi. Alcune società fatturano più spesso, altre meno. Il costo finale in un anno non cambia ma se si richiede la bolletta per posta potrebbero esserci delle spese aggiuntive.

5: scegliete il tipo di energia desiderata

Alcune aziende indicano le fonti di energia utilizzate. Una scelta consapevole e responsabile dovrebbe portarvi a scegliere di utilizzare solo energia da fonti rinnovabili.

6: valutate il tipo di assistenza

Il fornitore deve avere un sistema di comunicazione efficiente e differenziato (app, chat on line, numero dedicato) per rispondere in maniera tempestiva alle vostre richieste. Meglio se offre anche la possibilità di comunicare sul sito o con l’app la telelettura del contatore.

7: ricordatevi che cambiare fornitore non interrompe il servizio

Cambiare il proprio fornitore non interrompe la vostra fornitura energetica.

8: considerate anche i programmi fedeltà

Se utilizzate una carta fedeltà per la benzina o per fare la spesa, se siete abbonati a una Tv satellitare a pagamento, può essere conveniente considerare se il nuovo fornitore di energia fa parte di un circuito che già utilizzate, potendo quindi usufruire di sconti o convenzioni.

Condividi: