Home Green Jobs Integratori alimentari e cosmetici ricavati dalle alghe

Integratori alimentari e cosmetici ricavati dalle alghe

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
integratori alimentari dalle alghe

integratori alimentari dalle algheIl progetto europeo AlgaeCeuticals si propone di ottenere dalle alghe integratori alimentari e cosmetici.

Sfruttando infatti le nuove conoscenze della genomica e le nuove tecnologie omiche si potranno ricavare composti bioattivi.

Questi composti in seguito saranno potenzialmente utilizzabili per la produzione di nuovi cosmetici e integratori alimentari nutraceutici in ambito industriale; in sintesi questo è l’obiettivo del progetto europeo AlgaeCeuticals, finanziato dai fondi europei H2020 RISE, a cui partecipa anche la Fondazione Edmund Mach.

Una squadra composta da partner accademici e industriali provenienti da Grecia, Germania, Austria, Spagna e Italia, guidata da CERTH (Salonicco, Grecia), sta studiando l’utilizzo delle microalghe nel campo della cosmetica e come integratori alimentari.

I ricercatori della Fondazione Edmund Mach coinvolti sono Stefan Martens (Biotecnologia dei Prodotti Naturali), Nico Salmaso e Leonardo Cerasino (Idrobiologia).

Lo studio evidenzia che se si espongono a particolari condizioni, le alghe sviluppano meccanismi unici di protezione, producendo diversi metaboliti che possono essere identificati e sfruttati in modo sostenibile per la produzione di alimenti, farmaci e cosmetici.

Il progetto AlgaeCeuticals sfrutterà i ceppi di alghe nativi che sintetizzano prodotti ad alto valore aggiunto attraverso l’applicazione di nuove tecnologie omiche (genomica, trascrittomica, proteomica, e metabolomica), nonché tecnologie per la coltura delle alghe.

In particolare, AlgaeCeuticals avrà lo scopo di esaminare e caratterizzare la biodiversità algale, ottimizzando i sistemi di coltura, e sviluppando nuovi approcci omici e strategie di trasformazione dei prodotti a valle, finalizzati alla creazione di nuovi prodotti.

Per raggiungere questi obiettivi, tre centri accademici e di ricerca greci (CERTH/INAB, AUA) e italiani (FEM) collaboreranno per quattro anni con quattro partner industriali greci (Fresh Formula), spagnoli (Bionos Biotech), austriaci (Ecoduna AG) e tedeschi (IGV GREENFOOD).

I partner accademici lavoreranno a stretto contatto con i settori R&D ricerca e sviluppo, costituendo una squadra complementare e competitiva in grado di promuovere il trasferimento di conoscenze ed eccellenza ai partner industriali.

Ciò darà modo di rafforzare la competitività industriale nel campo dell’alimentazione e della cosmesi a partire dai processi di progettazione e sviluppo fino alla sperimentazione dei prodotti selezionati nel corso del progetto.

Condividi: