Home Agricoltura 4.0 Al Sana, il salone del biologico, di Bologna conviene andare in treno

Al Sana, il salone del biologico, di Bologna conviene andare in treno

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
sana 2018 bologna

sana 2018 bolognaA Bologna è tempo di Sana 2018: il salone del biologico può essere raggiunto facilmente in treno.

Il che conviene per due motivi: il primo perché se si ama il biologico si deve stare attenti anche all’ambiente.

Le manifestazioni che hanno successo devono tenere d’occhio la propria sostenibilità: più pubblico c’è più si rischia di inquinare il territorio che ospita l’evento. Tanto più se i temi trattati sono green e sostenibili.

Il principio lo abbiamo ricordato anche a Bologna Fiere che organizza dall’8 all’11 settembre il salone internazionale del biologico e del naturale – Sana 2018.

Un successo che dura da diversi anni (questa è la 29 edizione) e che attira appunto molti visitatori, sia addetti ai lavori che pubblico finale.

Ma questa buona modalità di viaggio, conviene anche dal punto di vista economico.

Marco Momoli, commercial director Italia della fiera, sollecitato a tal proposito spiega che raggiungere il Sana in treno è facilitato anche da sconti, che sia Trenitalia sia Italo concedono ai viaggiatori.

La manifestazione che tratta i temi legati alla cura del corpo, ma anche del Green LifeStyle, si sviluppa su una superficie di 22.000 mq (+13% rispetto al 2016); saranno 920 le aziende presenti (+10%) al Sana 2018 che contempla anche un ricco calendario di convegni.

Proprio l’area Green Lifestyle – presso il padiglione 16 – ha subito una riorganizzazione. A cominciare dall’ampliata selezione merceologica ospitata che vede anche i temi dell’Home&Office (soluzioni dedicate alla casa e all’ambiente di lavoro); Mom&Kids con prodotti ecologici e naturali per la crescita, il gioco e la cura di neonati, bambini e mamme; Clothing&Textiles (qui abiti, calzature e accessori eco-friendly); Pet&Garden; Hobby&Sport e Travel&Wellness.

Condividi: