Home Eco Lifestyle La mobilità elettrica si diffonde anche con i flah mob, come nel...

La mobilità elettrica si diffonde anche con i flah mob, come nel Tigullio

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
mobilità elettrica - ema

mobilità elettrica - emaLa mobilità elettrica si può diffondere anche utilizzando uno strumento moderno e virale, come il flash mob: ed è proprio questo il mezzo utilizzato dagli organizzatori dell’Eco Mobility Flash Mob nel Tigullio.

Ma cos’è un flash mob e come si può sfruttare per promuovere la mobilità elettrica?

Il flash mob – in questo caso l’Eco Mobility Flash Mob – è stato un evento a effetto, veloce, che raduna molte persone: per questo EMA, l’Eco Mobility Association, ha scelto questa forma per il suo debutto in società, in Liguria.

Nel week-end a cavallo della fine di settembre ha avuto quindi luogo l’evento dedicato alla mobilità elettrica e sostenibile, sostenuto dai comuni di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino, coniugando l’esposizione dei modelli di vetture elettrici all’informazione per i cittadini interessati a scoprire i vantaggi della mobilità elettrica.

Ma ci sono stati, ovviamente, anche momenti di divertimento e di sensibilizzazione sui temi della mobilità sostenibile.

Soddisfatti i rappresentanti delle istituzioni dei comuni del Tigullio per i quali è chiaro che promozione del loro territorio e mobilità elettrica devono andare di pari passo, per offrire località di villeggiatura sempre più green, sostenibili e poco impattanti sull’ambiente.

In particolare, il vice sindaco di Rapallo, PierGiorgio Brigati, ha messo in luce la predisposizione del Tigullio verso iniziative a tutela dell’ambiente.

Ha quindi ricordato la necessità di un cambiamento per la mobilità elettrica, voluta da Rapallo con tante iniziative già in essere, a partire da un accordo con Kia per una colonnina di ricarica, fino all’acquisto di veicoli e mezzi di trasporto a zero emissioni per i dipendenti comunali.

Mobilità elettrica, educazione, informazione ma anche divertimento

All’Eco Mobility Flash Mob c’è stato anche spazio per gli eventi divertenti e curiosi; tra questi il tentativo del primato per il più grande concerto diffuso in mobilità che ha visto una colonna mobile, composta dai mezzi elettrici in esposizione, percorrere l’Aurelia da Rapallo a Portofino a velocità ridotta, diffondendo la vera musica dei veicoli elettrici, cioè quella dei loro impianti audio, sintonizzati su Radio Babboleo, partner dell’evento.

A capo del corteo, ovviamente, i mezzi elettrici della Polizia Locale e, in coda, a chiudere la gioiosa sfilata, un furgone a propulsione ibrida. Contemporaneamente motoscafi elettrici hanno fatto lo stesso tragitto via mare.

Il pomeriggio si quindi è concluso con una serie di interventi informativi sulla mobilità elettrica e sulla tutela ambientale, presso il Covo di Nord Est, in presenza delle Istituzioni, dei partecipanti e dei molti appassionati presenti.

Chi è l’Eco Mobility Association che ha organizzato l’evento

Eco Mobility Association nasce nel giugno del 2017 dall’aggregazione di aziende, istituzioni, professionisti, con l’obiettivo di rappresentare e sostenere il mondo della mobilità sostenibile.

EMA si propone di riunire la community di settore per una maggiore rappresentatività di fronte alle Istituzioni, perseguendo al contempo la diffusione della cultura della mobilità green a tutti i livelli.

Condividi: