Home Agricoltura 4.0 Regolamento europeo per il biologico: Cia chiede di votare no

Regolamento europeo per il biologico: Cia chiede di votare no

pubblicato il:
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Cia, la confederazione degli agricoltori italiani, chiede ai parlamentari europei di votare no e di bocciare, quindi, il nuovo regolamento europeo per il biologico perché non contiene alcun miglioramento per i consumatori e, anzi, penalizza l’agricoltura italiana.

Il nuovo regolamento europeo per il biologico sta per affrontare il voto della Commissione Agricoltura del Parlamento Ue; il nuovo documento va bocciato, sostiene Cia, perché non riforma nulla, soprattutto non apporta alcun miglioramento per i consumatori nel momento in cui non mette mano alle regole sulla contaminazione dei prodotti.

Per la parte produttiva è addirittura peggiorativo, penalizzando soprattutto l’Italia, che è tra i Paesi più virtuosi nel rispetto dei disciplinari di coltivazione e, quindi, ci pone in una condizione di svantaggio competitivo.

Il nuovo regolamento europeo per il biologico è un mero esercizio accademico che non serve. La Cia – che da sempre si è posta a tutela delle vere produzioni biologiche – ritiene che alla luce dei nuovi contenuti sia meglio lasciare le cose come stanno e non procedere a una riforma del genere.

L’associazione chiede quindi a tutti i parlamentari Ue un atto di responsabilità per tutelare un comparto che in Italia è in costante crescita, con oltre 60mila aziende impegnare e una superficie coltivata a biologico che sfiora il 15% del totale.

Condividi: