Home Eco Lifestyle Un orto botanico al museo Ma*Ga

Un orto botanico al museo Ma*Ga

città: Varese - pubblicato il:
orto botanico Ma*Ga

Un orto botanico al museo: lo ha ideato Ricola che dal prossimo marzo aprirà presso il Ma*Ga di Gallarate, un vero e proprio spazio verde a cura del Maestro Giardiniere Ricola e dei ragazzi dell’Istituto Superiore Giovanni Falcone di Gallarate.

Arte verde per i fruitori delle opere museali che avranno modo di incontrare da vicino il mondo delle 13 erbe svizzere, che sono alla base della ricetta delle caramelle Ricola.

Il giardino – o meglio l’orto botanico – sarà aperto al pubblico durante gli orari del museo e comunque visibile ai passanti di Via Egidio De Magri in tutte le ore della giornata.

In questo modo Ricola ribadisce la propria responsabilità sociale nei confronti del territorio (a Gallarate risiede da undici anni la sede degli uffici di Ricola in Italia), della comunità e dell’arte. La stessa spinta che porta l’azienda svizzera a supportare la mostra Kerouac. Beat painting.

On the road di Gallarate per vedere un Kerouac insolito

“On The road” e il suo autore, Jack Kerouac, fanno tappa a Gallarate . Il Ma*Ga, infatti, ospita fino al 22 aprile la mostra Kerouac. Beat painting, dove sarà possibile scoprire una nuova e diversa icona della beat generation qui nei panni del pittore.

Addirittura, alcune opere non sono mai state esposte in un museo e hanno il valore di far scoprire quanto è stato eclettico lo scrittore franco canadese nella cui vene scorreva anche sangue delle tribù indigene indiane.

Ecco forse svelato il senso legato alla natura primitiva di Kerouac. Una natura che ci immaginiamo sostenibile nella sua pura essenza dive la natura si mostra senza gerarchie e profondamente spontanea.

Gli inediti si devono alla collaborazione con la famiglia Sciolli, Paolo e Arminio, di Locarno. Interazioni con la Svizzera che troviamo anche nella sponsorizzazione di Ricola, un’azienda da sempre vicina all’arte visto che detiene anche una collezione di arte moderna contemporanea in mostra presso la sede svizzera.

Non siamo abituati a un Kerouac pittore: qui 80 opere tra dipinti e disegni. Il percorso è arricchito da fotografie di Robert Frank ed Ettore Sottsass. Oltre a un progetto di Peter Greenaway. Disponibile il catalogo a cura di Skira.