Home Imprese Sostenibili Consumi energetici, un viaggio attraverso le soluzioni di controllo

Consumi energetici, un viaggio attraverso le soluzioni di controllo

città: Torino - pubblicato il:
consumi energetici

Monitorare gli impianti e analizzare l’efficienza energetica di ogni sistema/apparecchio; il 2018 dovrebbe diventare l’anno dove nulla più sfuggirà all’analisi dei consumi energetici. Sia in azienda che in città. Ovviamente per ridurli il più possibile.

Per questo Green Planner ha iniziato un viaggio tra le soluzione di monitoraggio sviluppate in Italia.

Alle porte di Torino, ovvero a Strambino, Seica Smart Buildings & Facilities – divisione di Seica Spa – ha messo a punto una soluzione/test di analisi che utilizza semplicemente le onde convogliate. E per questo non è necessario installare nuovi cavi o apparecchiature astruse.

Il sistema sviluppato da Seica” spiega Daniela Pagliaro, marketing & sales dell’azienda “monitora i consumi energetici di qualsiasi dispositivo elettronico e ha la possibilità di mandare messaggi o azionare i dispositivi a fronte di eventi programmati. Avendo quindi una panoramica dei tempi di accensione di un impianto di illuminazione o di riscaldamento è possibile ottimizzare il funzionamento in base alle reali necessità.

Monitorando per esempio un impianto di illuminazione è possibile capire se viene lasciato acceso anche quando dovrebbe essere spento ed è quindi possibile programmare gli orari di accensione e spegnimento“.

Il sistema in questione si chiama ShoeBox e misura i consumi energetici dei dispositivi attraverso l’utilizzo di pinze amperometriche e moduli dedicati chiamati Plug e Relè.

Con le pinze amperometriche” continua la manager “è possibile misurare i consumi in maniera non invasiva di quei dispositivi che non possono essere facilmente scollegati dalla rete elettrica o spenti. Attraverso i moduli Plug invece viene misurato il consumo del carico collegato e può essere attuato in base alle esigenze anche tramite App. Inoltre, abbiamo la possibilità di leggere direttamente i consumi del contatore elettrico“.

Una volta effettuata l’analisi energetica i dati registrati vengono salvati nella memoria del modulo Master e possono poi essere estrapolati e analizzati, al fine di pianificare un’azione di intervento per ridurre gli sprechi.

Da notare che l’azienda non si occupa direttamente del servizio di analisi dei dati, “ma” proprio come sottolinea la Pagliaroci limitiamo a fornire l’hardware“.

Condividi: