Home Eco Lifestyle EcoEgo, un progetto di moda ecosostenibile per Pitti Immagine 93

EcoEgo, un progetto di moda ecosostenibile per Pitti Immagine 93

città: Firenze - pubblicato il:
progetto ecoego

La moda del futuro dovrà essere sempre più green e per farlo dovrà sfruttare tutti i palcoscenici più rilevanti: è il caso del progetto EcoEgo dello Ied – l’Istituto Europeo di Design – che in occasione di Pitti Immagine 93 ingaggerà i suoi studenti in un’attività innovativa e sostenibile.

Già, perché la sostenibilità sta cercando di farsi strada anche all’interno del mondo della moda – come dimostra l’attività di Livia Firth, designer e ideatrice di Eco-Age, fondazione attiva nella promozione di processi produttivi meno impattanti nell’universo fashion e consumi più consapevoli – presente qui come ispiratrice del progetto EcoEgo.

Dal 9 al 12 gennaio l’Istituto Europeo di Design di Firenze ospiterà quattro giorni di attività che vedranno anche la designer – il 10 gennaio alle ore 10 – presente per ispirare gli studenti che dovranno cimentarsi con materiali e tecniche sostenibili per la produzione di una capsule collection eco-friendly.

EcoEgo è un progetto che vede la collaborazione di aziende di eccellenza del made in Italy, selezionate per i processi produttivi attenti all’ambiente e che forniranno tessuti e materie prime necessarie alla realizzazione di abiti e accessori durante le giornate di workshop.

Ad aprire i lavori sarà la presentazione del brief in aula agli studenti, con le indicazioni per la creazione della capsule collection green e le ispirazioni suscitate da una guida d’eccezione: Tiziano Guardini, designer attento ai temi della moda sostenibile e vincitore del premio Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer, contest internazionale promosso dalla Camera della Moda di Milano in collaborazione con la fondazione Eco-Age.

Per tutta la durata del workshop, a ulteriore ispirazione degli studenti, la sede fiorentina dell’Istituto Europeo di Design ospiterà un particolare allestimento a cura di Giovanni Ottonello, Direttore Creativo IED.

Il corner Back to the Eighties, dedicato allo storico brand di calzetteria Emilio Cavallini, metterà in mostra alcune iconiche creazioni: l’esposizione includerà tre installazioni risalenti ai leggendari esordi del brand negli anni ’80 e create da Emilio Cavallini in persona, che vedono come protagoniste le sue prime eclettiche creazioni.