Home Eventi Myplant & Garden 2018: il kolossal italiano del mondo del verde torna...

Myplant & Garden 2018: il kolossal italiano del mondo del verde torna in fiera

myplant & garden 2018

Nel più grande polo fieristico d’Europa, la più importante, completa e trasversale manifestazione professionale dell’orto-florovivaismo, del paesaggio e del garden scalda i motori: si tratta di Myplant & Garden 2018.

Entrando al Salone internazionale del verde, i visitatori comprenderanno subito che si tratta di una kermesse sempre più unica, interessantissima, ricca di spunti e novità. i tre padiglioni Stanno assumendo una forma quasi definitiva i tre padiglioni dell’edizione di Myplant & Garden 2018.

Gli 8 macro-settori si stanno saldamente assestando nei 45.000 mq di superficie espositiva. Nel padiglione 20, oltre alla nutritissima presenza di imprese della filiera vivaistica, stanno trovando spazio con adesioni importanti i marchi del Motorgarden, che avrà anche un’area esterna di ca 300 mq per le prove pratiche (l’area demo sarà tra i padiglioni 16 e 12).

Sempre più ampia e profonda l’area riservata alle realtà del green building e dell’outdoor (piscine comprese), che culminerà in una landscape area che prevede la fortunata formula di incontri e di esposizione anche di studi di architettura internazionali lanciata nell’edizione 2017. La sala convegni e il gruppo di realtà aderenti al progetto Urban Green Management completano l’offerta espositiva di questo padiglione.

L’offerta contenutistica di Myplant & Garden 2018

Nel padiglione 16, largo soprattutto alla vastissima offerta orto-floro-vivaistica, ai servizi per mercati e imprese, ai vasi, al comparto della tecnica in generale. Probabile anche l’allestimento di una mostra di carattere paesaggistico, che è al momento allo studio.

Il padiglione 12, la new entry di questa edizione, collegato con il padiglione 16, avrà un ingresso dedicato e sarà l’area più ricca di novità di questa edizione, per contenuti, iniziative e offerta espositiva.

Oltre all’ampia presenza di marchi noti dell’orto-floro-vivaismo, della tecnica, dei servizi, delle strutture e degli accessori outdoor (i BBQ, che avranno anche un’area esterna per le prove pratiche), farà capolino il sempre più apprezzato evento-ambientazione Garden Center New Trend, scandito in 6 differenti aree commerciali all’insegna dello small concept, smart business.

Sempre all’insegna del business, si terrà la nuova edizione di GAME (Garden Meeting), evento dedicato ai rivenditori del mercato del garden a 360° (dall’e-commerce alla rivendita agraria), con una grande agorà aperta agli incontri e un corollario di aree espositive esclusive.

Sempre a proposito di vendita, verrà ripetuto il ciclo di incontri GDS Break, in cui i protagonisti della Gds si confronteranno con le imprese del settore sul tema del 2018: Vendere il garden in Gds. Servizio, esperienza di vendita e fidelizzazione.

Metà del padiglione 12 si trasformerà nel più grande, vivace, colorato e raffinato Décor District mai visto prima. Tra griffati defilé flower-fashion, allestimenti e ambientazioni d’eccezione, contest floreali con i grandi maestri internazionali della decorazione, laboratori art&craft, stilosi set fotografici, raffinati temi musicali e una lounge firmata di altissimo livello, troveranno spazio e forma i nuovi trend della decorazione floreale e del décor in&out.

Non mancheranno gli appuntamenti sui temi più attuali del mondo del verde, che come nella passata edizione, attrarranno in fiera varie centinaia di operatori della filiera, dal mondo della progettazione a quello della vendita, dalla produzione alla ricerca.

Ci si confronterà con esperti, centri di ricerca, università, ordini, collegi e associazioni professionali e imprenditoriali, operatori, opinion leader, stakeholder internazionali, editori, consorzi, rappresentanti delle istituzioni su temi quali: #bonusverde, circular economy e bio-economia, alberature monumentali, novità legislative del comparto, formazione professionale e tecnica, diserbo (tecniche, regolamenti, divieti), alberi in città, paesaggi sotterranei (apparati radicali), tecniche di rilievo, manutenzione e progettazione, parchi storici, giardinaggio professionale, verde curativo, concorsi creativi di progettazione del verde, rassegna delle eccellenze in fiera, andamento dei mercati internazionali.

Condividi: