Home Eventi Il cammino della centrale: l’impianto di Ostiglia apre le porte al pubblico

Il cammino della centrale: l’impianto di Ostiglia apre le porte al pubblico

il cammino della centrale di ostiglia

La centrale termoelettrica di Ostiglia per celebrare il 50° anniversario del suo primo avviamento commerciale ha deciso di aprire le porte dell’impianto al pubblico il prossimo 15 aprile, organizzando un evento intitolato Il Cammino della Centrale.

Una importante ricorrenza che EP Produzione, società italiana di generazione elettrica del Gruppo energetico ceco EPH, vuole festeggiare insieme alla cittadinanza e al territorio che la ospita e agli appassionati e curiosi del mondo dell’energia.

Durante l’evento Il cammino della Centrale i visitatori potranno scoprire il funzionamento e la storia della centrale attraverso un tour guidato e una mostra fotografica. Saranno inoltre allestiti un’area ludica per i bambini (0-11 anni) e un’area ristoro.

La partecipazione è gratuita: basta prenotarsi sul sito ilcamminodellacentrale.it dove si possono trovare anche ulteriori informazioni sull’evento e sulla centrale. Oltre al sito, sarà possibile reperire ulteriori informazioni sull’evento e scoprire altre curiosità sulla centrale anche su Facebook, alla pagina dedicata Il cammino della centrale.

La centrale termoelettrica di Ostiglia, costruita negli anni ’60, era costituita da quattro unità termoelettriche da 320MW, funzionanti inizialmente a olio combustibile e dalla fine degli anni ’80 con un mix di olio combustibile e gas metano; la prima unità ha iniziato l’esercizio commerciale nel mese di aprile 1968.

Tra il 2003 e il 2005 la centrale è stata radicalmente trasformata e, al posto degli originari gruppi termoelettrici convenzionali, sono stati realizzati tre moderni cicli combinati da 379MW ciascuno, funzionanti esclusivamente a gas metano, con una potenza complessiva installata di 1.137MW.

La conversione a ciclo combinato ha consentito un sensibile aumento del rendimento con una conseguente riduzione delle emissioni e oggi l’impianto opera nel rispetto di tutti i più alti standard ambientali e di sicurezza, ed è registrato EMAS e certificato ISO 14001:2004 e OH SAS 18001:2007.

Nel 2017 la centrale di Ostiglia è anche stata premiata dal comitato EMAS per la dichiarazione ambientale più efficace nella comunicazione.

Condividi: