Home Imprese Sostenibili Una App per sapere tutto sull’acqua del rubinetto che beviamo

Una App per sapere tutto sull’acqua del rubinetto che beviamo

città: Milano - pubblicato il:
acqua del rubinetto app gruppo cap

A Milano bere acqua del rubinetto è sicuro e aiuta a ridurre l’impatto ambientale dovuto alle bottiglie di plastica; inoltre, grazie a una App è ora possibile sapere tutto sull’acqua potabile, dalla lettura dell’etichetta al pagamento della bolletta, fino ai consumi effettuati.

Una rivoluzione digitale blu che ci mette l’acqua del rubinetto a portata di mano: infatti il Gruppo CAP, in occasione della Giornata mondiale dell’Acqua del 22 marzo, presenta Acca2o, una App per sapere tutto sull’acqua che beviamo e che rende trasparenti e accessibili tutte le informazioni sull’acqua che beviamo.

Tramite la geolocalizzazione è quindi possibile accedere in ogni momento a tutti i dati relativi alla composizione dell’acqua che si sta bevendo, in un appartamento o in qualsiasi altro luogo dell’hinterland milanese.

In pochi passaggi sul display appariranno i risultati delle ultime analisi effettuate dal Laboratorio Analisi di Gruppo CAP, aggiornate periodicamente, e i valori di legge per il confronto.

In questo modo anche i più sospettosi potranno controllare lo standard di qualità, sicurezza e bontà dell’acqua del rubinetto milanese, che ha raggiunto livelli di eccellenza anche grazie al rivoluzionario Water Safety Plan, sistema di analisi dell’acqua che prevede più controlli, più prelievi, più parametri nell’intera filiera idro-potabile, da quando l’acqua entra nell’acquedotto fino al punto di erogazione finale.

L’App inoltre consente di accedere a tutte le informazioni riguardanti l’acquedotto di casa, le fatture, permette di pagare le bollette e di verificare i consumi idrici effettuati. Sarà anche possibile contattare l’assistenza clienti per ogni esigenza.

La tecnologia digitale ha un ruolo fondamentale per dialogare con i cittadini in un’ottica di trasparenza e informazione puntuale” spiega Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP “Strumenti come questo consentono di instaurare un rapporto diretto con i nostri utenti, in un’ottica di fiducia e consapevolezza del valore di questa preziosa risorsa“.

Condividi: