Metti la casa in valigia: il progetto di Marc Sadler

Tre valigie e ti sei fatto la casa da portarti sempre appresso. Il primo modulo ha in sé una cucina con tanto di frigo e piastra a induzione. Il secondo nasconde un futon (Bedstation) e il terzo uno scrittoio (Workstation).

È quanto propone Fpm – Fabbrica Pelletterie Milano, alla design week (in esposizione alla Statale di Milano). Il progetto si deve a Marc Sadler che propone questa “casa vagante per viaggiatori contemporanei erranti che reinventano il proprio modo di vivere a seguito del nuovo nomadismo e del fluido divenire“.

Il tutto racchiuso in valigie dalle forme molto chic – prodotte in Italia – che si ispirano a vecchi bauli rivisitati in chiave moderna. Le geometrie pulite, strizzano l’occhio a un lusso declinato in dettagli di pregio hand-made. Le ruote completano la mobilità del progetto.

Con la Cookstation, Marc Sadler ha ingegnerizzato in circa 20 kg e in uno uno spazio minuscolo un piano cottura e una cella frigo (tecnologia di KnInudustrie e Kitchen Milano).

Obiettivo: consentire una perfetta efficienza anche ai viaggiatori più esigenti, cosi da soddisfare le voglie dell’ultimo minuto di un “tè nel deserto” o di due “spaghetti fuori porta” intorno a mezzanotte.

Un inno all’estro innovativo di Marc Sadler che con una installazione unica trasforma la valigia in uno spazio nomade e flessibile, un mix alchemico che coniuga la libertà di esprimere il proprio stile di vita fuori dal coro con l’eccellenza strutturale dell’architettura mobile, declinata in un bagaglio ultra tech e di design.

La linea, dedicata da Marc Sadler ai giramondo nostalgici e agli avventurieri, agli innovatori e a tutti coloro che amano viaggiare lontano dal turismo di massa, è disponibile su ordinazione. Attenzione ci vogliono almeno 4 mesi per averla perché è una produzione sartoriale. Il costo: attorno ai 5/7mila euro a modulo.

Condividi: