Home Agricoltura 4.0 Assegnati a Milano i Green Pride 2018 per l’agricoltura

Assegnati a Milano i Green Pride 2018 per l’agricoltura

pubblicato il:
green pride 2018 - i premiati

Sono stati assegnati a Milano i Green Pride per l’agricoltura che hanno premiato, quest’anno, innovazione, vendita diretta 3.0 e sostenibilità.

A vincere il prestigioso riconoscimento di Coldiretti sono stati Adriano Galizzi dell’azienda agricola Agrigal di Leffe (Bergamo) e Giannenrico Spoldi della Cascina Brugnole di Trigolo (Cremona), entrambi soci lombardi dell’associazione.

I Green Pride dell’innovazione in agricoltura 2018, promossi da Fondazione Univerde in collaborazione con Coldiretti Lombardia e Microsoft, sono stati consegnati a Milano alla presenza tra gli altri del Presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini e del Presidente di Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio.

Tra i relatori dei Green Pride 2018 c’erano anche Livia Pomodoro, titolare della cattedra UNESCO di Diritto al cibo all’Università degli Studi di Milano e presidente del Milan Center for Food Law and Policy; Simonetta Moreschini, Public Sector Director Microsoft Italia, e Paolo Menesatti direttore CREA – ingegneria e trasformazioni agroalimentari.

I Green Pride, istituiti nel 2011, sono i riconoscimenti assegnati dalla Fondazione UniVerde allo scopo di valorizzare le innovative best practice italiane nel campo della green economy.

I vincitori 2018 del Green Pride

Adriano Galizzi è un giovane di 28 anni che quattro anni fa ha scelto il lavoro nei campi per costruire il proprio futuro. Agricoltore di prima generazione, coltiva con metodo biologico diverse varietà di mais (alcune antiche come il mais Spinato di Gandino), e varie tipologie di patate come quelle viola.

Per promuovere la sua impresa ha puntato tutto sulle nuove tecnologie, sviluppando un servizio di e-commerce e un progetto di web marketing che gli ha permesso di posizionarsi ai primi posti nelle ricerche online sul principale motore di ricerca, attraverso parole chiave come gallette biologiche e mais biologico, precedendo anche colossi dal calibro di Amazon.

Per rispondere sempre più alle esigenze dei consumatori ha inoltre aperto un blog aziendale dove tra le varie informazioni, propone anche ricette da realizzare in casa utilizzando i prodotti da lui coltivati.

Giannenrico Spoldi ha ottenuto invece il riconoscimento di Fondazione Univerde per aver reso la propria azienda più sostenibile attraverso le agroenergie. L’allevamento suinicolo della famiglia Spoldi a Trigolo (Cremona), infatti, è oggi autosufficiente per la produzione di energia grazie al riutilizzo dei reflui zootecnici nel piccolo impianto aziendale di biogas e attraverso i pannelli fotovoltaici posti sui tetti dell’impresa.

Condividi: