Home Imprese Sostenibili Sfida alla plastica: dalle cooperative piemontesi un impegno concreto

Sfida alla plastica: dalle cooperative piemontesi un impegno concreto

città: Como - pubblicato il:
sfida alla plastica

Le cooperative piemontesi lanciano concretamente una sfida alla plastica e annunciano, dopo l’assemblea generale, l’adesione alla Campagna europea per la riduzione della plastica con l’obiettivo di raggiungere le 7.000 tonnellate all’anno di rifiuti riciclati entro il 2025.

Il sistema cooperativo piemontese, come risulta dai dati annunciati nel corso della XXIX Assemblea generale dei Delegati Nova Coop, tenutasi a Baveno, è solido e radicato sul proprio territorio, capace di mettere in relazione convenienza, innovazione e sviluppo.

Approvato il bilancio consuntivo 2017 – il migliore degli ultimi 10 anni – che vede una crescita dei ricavi da vendite e prestazioni, che hanno raggiunto la cifra record di un miliardo e 53 milioni di euro, con un utile netto di 18,5 milioni.

Importante però l’annuncio della sfida alla plastica da parte delle cooperative: nel corso della mattinata è stata infatti annunciata l’adesione di Coop Italia alla campagna di impegni a supporto della strategia europea sulla plastica promossa dalla Commissione Europea.

Da un punto di vista pratico, per ridurre l’inquinamento ambientale e lanciare una solida sfida alla plastica, saranno rivisti gli imballaggi di prodotti come bottiglie di acqua minerale, flaconi detergenza casa e tessuti a marchio Coop, vaschette per ortofrutta a marchio Coop e cassette ortofrutta riutilizzabili, con l’obiettivo di incrementare la percentuale di plastica riciclata con impegni quantitativi crescenti, raggiungendo 7.000 tonnellate all’anno nel 2025.

Per Ernesto Dalle Rive, presidente di Nova Coopl’agire distintivo rispetto ad altre catene si fonda su valori come l’eticità e la salvaguardia dell’ambiente. Il prodotto a marchio è alfiere dei valori e dei principi cooperativi a questo proposito è emblematica l’adesione di Coop Italia alla Campagna europea di riduzione delle plastiche, elemento della nostra coerenza e dell’impegno verso un tema drammatico per il pianeta“.

Soddisfatto anche Marco Pedroni, presidente di Coop Italia che dice “siamo gli unici retailer italiani ad aver presentato un impegno che va oltre l’ambito definito dalla Commissione Europea; l’obiettivo è quello di ridurre le plastiche, utilizzare una percentuale molto più alta di plastica riciclata, evitare le plastiche frammentate o le microplastiche e lavorare per sostituire le confezioni monouso con prodotti non in plastica perché si tratta di un problema che impatta notevolmente sulla vita della comunità“.

Condividi: