Home Eco Lifestyle Milano si riqualifica nel segno dell’acqua

Milano si riqualifica nel segno dell’acqua

città: Milano - pubblicato il:
Milano si riqualifica nel segno dell'acqua

La sostenibilità a Milano, città d’acqua per eccellenza, ha due nuovi centri dove si farà cultura e formazione e si respirerà aria di buone pratiche proprio sullo scorrere della linfa vitale. Il primo si trova in via Cenisio 39 ed è la nuova Centrale dell’Acqua, un vero e proprio museo voluto da Davide Corritore, presidente di Mm.

Il secondo coincide con la riapertura al pubblico dell’Arboreto nell’Orto Botanico di Brera – in via Fratelli Gabba – che ruota attorno alla vasca dei pensieri, scenografia verde che prende spunto da due vasche storiche per l’irrigazione qui costruite ai tempi della fondazione dell’Orto Botanico (1774/5).

In entrambi i casi Green Planner ha assistito al taglio del nastro e approfondito la riqualificazione seguita per la ristrutturazione dei siti.

La Centrale/Museo dell’acqua a Milano

Forbice in mano, il sindaco di Milano Beppe Sala ha tagliato il nastro inaugurando lo spazio polifunzionale di via Cenisio, ricavato da Mm da una storica centrale di pompaggio.

La struttura è simile alle altre 31 palazzine di epoca Liberty che servono circa 500 pozzi. Sala è sempre più specializzato sui temi dell’acqua. Il suo mandato prevede l’avvio della riapertura dei Navigli e come afferma: “qui si lavora da secoli l’acqua. Quindi penso proprio che Milano debba essere riconoscente e gestire sapientemente questo elemento naturale“.

Non per niente” il riferimento è dell’assessore Marco Granellistiamo valutando con attenzione le tecnologie che attraverso l’acqua permetteranno di riscaldarci e di refrigerarci“.

I lavori di riqualificazione dell’edificio di via Cenisio, struttura che risale al 1906, si sono protratti, ma alla fine la sede è pronta e c’è già un ricco calendario di eventi dedicati ai temi dell’acqua.

Ci immaginiamo un luogo” afferma Corritoredove più di 10mila scolari passino di qui per sapere, capire, vedere ed essere sensibilizzati sull’acqua: un tema drammatico, che va approfondito da tutti“, ma il calendario corsi riguarda anche il programma eventi di Mm Academy. E qui, quindi, si terranno i corsi con rilascio di crediti formativi a ingegneri, architetti e geologi.

Milano inaugura l’Orto Botanico, museo en plain air di Brera

È toccato a Martin Kater, dal 2013 direttore dell’Orto Botanico di Brera, tagliare il nastro dell’Arboreto: l’area che ospita le grandi alberature, pari a un terzo dei 5mila mq di superficie dello storico Orto Botanico.

La riqualificazione del sito è avvenuta a livello di piano paesaggistico; con valorizzazione di nuove collezioni per numero di esemplari e varietà. È qui che si terranno i corsi open air nella cornice della nuova vasca dei pensieri, ispirata architettonicamente alle due vasche già esistenti che servivano all’irrigazione del centro botanico.

Una panca ellittica, aperta e costruita con legni riciclati su base in pietra naturale dell’orto, cui fanno sfondo un maggiociondolo imponente e un osmanto dal profumo inebriante in questa epoca. E sotto ai piedi dei visitatori sta nascosta, ma attiva, anche la nuova cisterna interrata che ha come scopo il recupero e il riutilizzo delle acque in nome del progetto legato alla sostenibilità di questo magnifico e centralissimo polmone verde.

Il secret garden, così come spesso viene definito l’Orto Botanico di Brera, è pronto per essere più scoperto da cittadini e turisti. Ne vale la pena.

Condividi: