Home Eco Lifestyle MM SpA lancia il concorso giornalistico Bonvesin De La Riva

MM SpA lancia il concorso giornalistico Bonvesin De La Riva

città: Milano - pubblicato il:
concorso giornalistico bonvesin de la riva

MM SpA ha annunciato la prima edizione del concorso giornalistico Bonvesin De La Riva, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia.

Il concorso giornalistico ha lo scopo di promuovere l’informazione e la divulgazione scientifica sul tema della gestione delle acque nella città di Milano, focalizzandosi sul rapporto che il cittadino ha con questa preziosa risorsa e con particolare riferimento alle grandi sfide cittadine, dal futuro dei Navigli al corretto utilizzo dell’acqua del rubinetto, alle politiche di accesso al servizio pubblico, al rapporto quotidiano con l’ambiente e, ovviamente, all’educazione, come ambito privilegiato di nuova cittadinanza.

Il premio è intitolato a Bonvesin De La Riva, poeta e scrittore milanese del 1200 e autore del De magnalibus urbis Mediolani, un’opera volta a evidenziare la ricchezza e l’innovazione della città di Milano, a partire proprio dalla sua acqua.

Questo Premio è un modo per la nostra società” hanno dichiarato Davide Corritore e Stefano Cetti, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di MM “di mettersi ancora più in gioco, aprendosi direttamente allo sguardo di chi ogni giorno è chiamato, con la propria esperienza professionale, a costruire una narrazione condivisa sulle dinamiche di antropizzazione e sul cambiamento dei ritmi di vita di una grande metropoli in costante trasformazione“.

La proclamazione del vincitore avverrà durante gli Stati Generali dell’Acqua, il 31 ottobre 2018, negli spazi della Centrale dell’Acqua di Milano in Via Cenisio, 39. Saranno assegnati i seguenti riconoscimenti: all’elaborato giudicato più meritevole andrà un premio in denaro di 3.000 euro; se la Giuria lo riterrà opportuno, potrà assegnare ulteriori due premi di 1.000 euro ciascuno per eventuali menzioni speciali.

C’è tempo fino al 15 ottobre per inviare gli elaborati, secondo le modalità previste dal regolamento disponibile online.

Condividi: