Home Imprese Sostenibili Decarbonizzazione: accordo tra Sotacarbo e Netl

Decarbonizzazione: accordo tra Sotacarbo e Netl

città: Roma - pubblicato il:
decarbonizzazione

Un importante accordo tra Sotacarbo e l’azienda statunitense Netl sul tema della decarbonizzazione è stato siglato per un’attività di ricerca e studio sulla produzione di energia pulita.

Sotacarbo è una società partecipata paritariamente al 50 percento da Eena e dalla Regione Sardegna, mentre il National Energy Technology Laboratory (NETL) fa parte del sistema di laboratori di ricerca del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti.

L’accordo di ricerca sulla decarbonizzazione prevede un’attività quinquennale sullo studio di attività specifiche legate alla produzione di energia a basso contenuto di CO2, all’impiego sostenibile dei combustibili fossili, ma l’obiettivo principale dell’accordo è quello di arrivare a raggiungere il traguardo di brevettare un sistema in grado di trasformare la CO2 in metanolo ed etanolo.

Questo non è un generico accordo quadro, ma è un’alleanza precisa che identifica attività e obiettivi” spiega Alessandro Lanza presidente Sotacarbo e membro del CdA dell’Enea “Per noi è motivo di grande orgoglio che un’istituzione prestigiosa come il Netl decida di collaborare con un centro ricerche come il nostro che conta appena 35 ricercatori. Vuol dire che siamo riconosciuti come eccellenza a livello internazionale“.

Sotacarbo ha sede a Carbonia e ospita dal 2014 il Polo di eccellenza italiano sulle Energie pulite, nato per dare risposta alla necessità di ricerca, innovazione e sviluppo di tecnologie avanzate nel settore energetico e realizzato, con Enea in esecuzione del protocollo d’intesa sottoscritto nel 2013 dal Ministero per lo Sviluppo Economico e la Regione Sardegna.