Home Eventi Al Festival della Resilienza per reagire, bene, ai cambiamenti

Al Festival della Resilienza per reagire, bene, ai cambiamenti

città: Milano - pubblicato il:
festival della resilienza

Resilienza avanti tutta. Sociale, psicologica, ambientale che sia, durante la due giorni del Festival della Resilienza sarà possibile capire come impostare una vita a partire da presupposti di resilienza, il che significa essere capaci di adattarsi e rispondere positivamente ai cambiamenti.

Il festival in questione è in programma nel weekend del 21 settembre 2018 a Cornaredo (Milano).

Attraverso un programma variegato, che prevede sport, danza, musica, teatro, video, fotografia, laboratori per bambini, presentazione di libri, mostre, incontri e una tavola rotonda, si potranno approfondire testimonianze e riflessioni sul tema.

Tutti gli eventi sono ad accesso gratuito e si terranno in Piazza Libertà, al Palazzo la Filanda, nel parco e nella palestra Curiel. Si comincia venerdì dalle 17:30 per proseguire sabato 22 settembre dalle 10 alle 19. In caso di pioggia le attività saranno spostate al coperto.

Apre il Festival della Resilienza l’intervento di Alessandro Milan, giornalista di Radio24 e autore del libro Mi vivi dentro, una storia piena di speranza, di amore, di attaccamento alla vita, un vero inno alla resilienza; il libro sarà presentato alle 17:30 di venerdì 21 a La Filanda; seguirà l’inaugurazione della mostra In viaggio con Wondy in ricordo della giornalista Francesca del Rosso (moglie di Milan e prematuramente scomparsa – ndr), per sensibilizzare sulla capacità di trasformare le difficoltà della vita in opportunità.

Altri eventi al Festival della Resilienza

Racconti resilienti: i cittadini saranno chiamati a condividere la propria esperienza di resilienza, quella capacità di essere forti perché flessibili, di cadere e di rialzarsi, di trovare nuove strade per la propria vita. Fin da ora si può inviare un messaggio alla pagina Facebook @Comunitaresiliente utilizzando l’hashtag #raccontiresilienti.

Tutti i racconti saranno raccolti e alcuni potrebbero entrare nel Quaderno della resilienza che verrà pubblicato nel 2019. Inoltre, il pomeriggio del 22 settembre, nello spazio davanti a La Filanda tutti potranno lasciare la propria traccia con un testo o un disegno o trasformarla in un ritratto fotografico. Tre racconti a sorpresa saranno letti durante la tavola rotonda della mattinata all’Auditorium la Filanda e danzati in un’improvvisazione inedita.

Tavola rotonda: si terrà sabato mattina all’Auditorium della Filanda con il titolo Testimonianze e riflessioni… verso una comunità resiliente e raccoglierà interventi di docenti universitari ed esperienze che arrivano dal territorio per raccontare come ogni problema sia in realtà un’opportunità.

Bambini: nel pomeriggio laboratori e giochi per bambini sul tema dell’acqua, sul fontanile e sulle reti ecologiche per divertirsi con la natura e imparare cos’è la resilienza, in Piazza Libertà. Dalle 18:30, mentre gli adulti possono ordinare un aperitivo usando la Lingua Italiana dei Segni LIS, i più piccoli saranno guidati da una persona esperta in giochi per avvicinarsi alla LIS.

Musica e teatro: l’alzheimer sarà il tema dello spettacolo pomeridiano Proviamoci, realizzato da volontari e parenti dei malati. Alle 17:30 musica hip hop con il concerto nel cortile della Filanda.

Stand espositivi: decine di associazioni saranno presenti sabato dalle 10 alle 19 in piazza libertà per presentare le proprie attività aperte al territorio.

Sport e meditazione: tra la palestra Curiel e il parco pubblico saranno presenti varie postazioni per provare a giocare a Baskin, il basket ideato per far giocare insieme persone in carrozzina e non, oltre al Crossfit, il calcetto, il workshop di Capoeira. Per chi vuole provare un’esperienza di forte promozione del benessere, sarà possibile provare la mindfulness in gruppo.

Il Festival della Resilienza è organizzato da Koinè, cooperativa sociale con numerosi partner, in primo luogo il Comune di Cornaredo, la Cooperativa sociale Lule di Abbiategrasso e RIPARI Cooperativa Sociale onlus di Milano e una ricca rete di realtà del territorio, ed è la prima tappa del progetto Verso una comunità resiliente, sostenuto dalla Fondazione Comunitaria Nord Milano Onlus che ha deciso di finanziare una parte del progetto grazie al Bando 2018. Che bello essere noi.