Home Imprese Sostenibili Nel borgo di Chiaravalle si fa festa in costumi medievali

Nel borgo di Chiaravalle si fa festa in costumi medievali

pubblicato il:
borgo di chiaravalle

Il borgo di Chiaravalle, alle porte di Milano, torna a riscoprire le propri origini in una due giorni di festa in costumi medievali.

Sabato 6 e domenica 7 ottobre, cavalieri templari, prove di tiro con l’arco, conio di monete, tornei medievali tra cavalieri, giullari e musici, street food, visite guidate e passeggiate allieteranno la due giorni Chiaravalle un antico Borgo da riscoprire.

L’abbazia cistercense farà da cornice aprendo le porte anche del vecchio mulino, ormai completamente riqualificato e pronto a rivivere i tempi antichi, quando i monaci lo facevano funzionare alla perfezione.

La festa in costume darà modo di far rivivere due buone pratiche ambientali che nacquero proprio in seno all’abbazia: le antiche tecniche di coltivazione attraverso le marcite (ora perfettamente riprodotte nell’adiacente Parco della Vettabbia) e la caseificazione del formaggio Grana Padano che qui prese vita.

Il calendario della manifestazione è intenso ed è interamente disponibile online. Si parte sabato mattina dalle ore 10 al Depuratore di Nosedo con Colazione d’Artista e la passeggiata nel Parco della Vettabbia, protagonista indiscusso della festa assieme all’Abbazia, al Mulino e alla marcita, al Borgo di Chiaravalle, a cura di Arte da Mangiare e Greem.

Il pomeriggio si apre in Abbazia con visite guidate a pagamento prenotabili sul posto al Mulino e alla Cappella di S. Bernardo a cura di Koinè cooperativa sociale, seguirà la conferenza I Templari tra realtà e mito tenuta dello storico Giuseppe Ligato, che si occupa di storia delle crociate e dei pellegrinaggi in Terra Santa e di Ordini monastico-cavallereschi. Alle ore 18 Casa Chiaravalle, Rete Passpartout, accoglienza diffusa, propone un aperitivo in musica, via Sant’Arialdo 69.

Domenica nel borgo: per tutta la giornata rievocazione storica a cura della Compagnia di Chiaravalle, che dalle 10:30 ci darà dimostrazione di antiche tecniche di coltivazione dei terreni, presso la marcita di fronte all’abbazia, grazie al contributo del bando La città di città.

Dalle ore 10 Migiardino lungo il Cavo Taverna, uno spazio verde gentilmente messo a disposizione da Strade Bianche srl, dove si intrecciano legami tra associazioni, orto, floricultura e tessitura, a cura dell’Associazione Borgo di Chiaravalle, da qui si potrà prenotare per una visita al Giardino di Terra Rinata per visitare la mostra Terra e uomo: due partner, un solo destino a cura di Michele Sebregondio.

Sempre al mattino, in Abbazia dopo le S. Messe, apriranno banchi didattici, mostre, prove di tiro con l’arco, esposizioni di rapaci, nel pomeriggio L’Abbazia e il suo borgo visite guidate a pagamento prenotabili sul posto, a chiesa chiostro e Mulino, promosse da Koinè cooperativa sociale e Terzo Paesaggio che accompagneranno gli ospiti verso il borgo, per scoprire come la storia e la cultura monastica hanno trasformato e stimolato un territorio.

Alle 16 esibizione della banda d’Affori, con partenza dall’Abbazia e arrivo nel borgo.

Alle 16:30 nel porticato del Mulino Le fasi di produzione di un formaggio millenario: il Grana Padano a cura del Consorzio Tutela Grana Padano. Si compirà dal vivo il processo di lavorazione del caseus vetus seguendo tutte le sue fasi: versamento del latte in caldaia e riscaldamento alla temperatura di coagulazione; rottura della cagliata con lo spino, cottura e riposo sotto siero; estrazione della cagliata e messa in fascera.

In serata dalle 21 gran ballo al Circolo Arci per un Ritorno al presente. Variegato e intenso anche il programma dedicato ai bambini.

Consigliamo di raggiungere il borgo di Chiaravalle in bicicletta attraverso la comoda pista ciclo-pedonale da Porta Romana. Con i mezzi pubblici linea 77 da MM3 Corvetto. In auto parcheggio via S. Dionigi angolo via Sant’Arialdo e parcheggio del cimitero.

Condividi: