Home Eventi A Watec Italy per vedere l’innovazione tecnologica dell’acqua

A Watec Italy per vedere l’innovazione tecnologica dell’acqua

città: Cremona - pubblicato il:
watec italy 2018

Quest’anno Watec Italy, la fiera B2B in corso di svolgimento a Cremona, tratta il tema de La gestione dell’acqua nei settori della zootecnia e dell’agroalimentare; nel corso della quattro giorni specializzata nelle tecnologie del settore idrico si parla però anche di agricoltura sostenibile, resistenze chimiche nel trattamento delle acque, gestione della distribuzione dell’acqua, dell’acqua nell’industria casearia e del trattamento delle acque reflue in allevamenti zootecnici e macelli.

I dibattiti hanno messo a confronto il parere degli esperti e il punto di vista di imprese, università ed esperti riconosciuti per la loro visione. Alla fine però conta molto conoscere il perché un’azienda sceglie di partecipare a Watec Italy… ed è quello che abbiamo chiesto ad alcuni espositori.

Watec Italy: l’esperienza di alcuni espositori

La partecipazione a Watec Italy risponde in generale all’esigenza di confrontarsi con i professionisti del settore su temi di grande attualità come il consumo razionale, il contrasto agli sprechi, il riutilizzo virtuoso delle acque utilizzate nei vari comparti industriali, agricoli e civili.

Noi distribuiamo tecnologia israeliana” afferma Nicola Ruggiero, amministratore di Pipecaree siamo specializzati nella gestione delle perdite massive di acqua che si verificano nei grandi impianti industriali, in quelli agricoli e negli acquedotti. Lo facciamo senza ricorrere agli scavi, un’innovazione in grado di ridurre i tempi di intervento e i costi“.

Simone Pellizzari, direttore tecnico di NCR Biochemical ci racconta che “produciamo formulati chimici per il trattamento delle acque a 360°: da quelle reflue alle potabili, dalle industriali a quelle utilizzate nel processo cartiero e saccarifero. Il mercato è in forte espansione e, se si vogliono affrontare seriamente i problemi legati all’utilizzo delle risorse idriche le opportunità per dare vita a progetti importanti non mancano“.

Andrea Baraldi di OB Impianti sottolinea l’importanza di offrire soluzioni tecnologiche di elevata efficienza a tutti i professionisti che si occupano di liquami, senza dimenticare la sfida rappresentata dalle normative legate al recupero dei nutrienti e al riutilizzo dell’acqua. Un tema molto sentito “in Italia e anche all’estero“.

Schneider Electric, alla prima partecipazione a Watec Italy, vuole far conoscere “il progetto con Padania Acque finalizzato alla gestione e all’efficientamento delle acque, reflue e potabili, a Cremona. La nostra tecnologia innovativa è stata realizzata per gestire al meglio l’intero ciclo dell’acqua. Purtroppo il sistema idrico italiano, con i problemi legati a numerosi depuratori non a norma, presenta molte lacune che possono essere sanate solamente avvalendosi di competenze tecnologiche di ultima generazione“.

Condividi: