Home Eco Lifestyle Città resilienti: una responsabilità sociale, alla conferenza nazionale Passivhaus

Città resilienti: una responsabilità sociale, alla conferenza nazionale Passivhaus

città: Trento - pubblicato il:
conferenza nazionale passivhaus

Si svolgerà a Riva del Garda il prossimo 24 novembre la Conferenza Nazionale Passivhaus, evento che genera opportunità di sviluppo territoriale e business per le aziende, alla presenza di imprenditori e opinion leader, arricchita da un’area dedicata alle tecnologie innovative.

Dal momento che le politiche europee prevedono la necessità di ridurre le emissioni inquinanti entro il 2030, agire sugli edifici che, insieme ai trasporti, sono tra i principali fattori di inquinamento del Pianeta è fondamentale.

Per questo motivo la riqualificazione energetica e la costruzione di edifici a basso consumo e impatto ambientale è diventata una priorità per le amministrazioni, le imprese, i committenti in Italia e, da questo punto di vista, Passivhaus è una via semplice ed economicamente vantaggiosa per costruire edifici a energia quasi zero.

La conferenza nazionale Passivhaus a Riva del Garda

L’evento è in programma sabato 24 novembre a partire dalle ore 9:30 presso il Centro Fiere Congressi Riva del Garda, in provincia di Trento. L’edizione 2018 rinnova location e format, innalza la qualità dei relatori e dei partner grazie allo sforzo organizzativo di Zephir Passivhaus Italia, Istituto di Fisica Edile diretto da Francesco Nesi, da oltre 10 anni attivo in Italia e nel mondo con attività di formazione, consulenza e ricerca.

Quattro i talk principali della giornata: le azioni virtuose su scala urbana, la sfida della progettazione multidisciplinare, i modelli internazionali di sviluppo sostenibile a confronto, Passivhaus… in pratica.

Alla conferenza di Riva del Garda sarà presente anche un ospite speciale: l’attore e conduttore televisivo Neri Marcorè che, al recente Festival dello Sviluppo sostenibile di Parma ha dichiarato che “la sostenibilità non è un problema da risolvere ma un’opportunità per tutti“. Sul palco l’artista aprirà una riflessione sui cambiamenti climatici e sul rapporto tra uomo e natura.

Passivhaus: le best practice in Italia

La sesta Conferenza Nazionale Passivhaus diffonderà i progetti più significativi, dal nord al sud Italia, capaci in questi ultimi anni di dare slancio e sviluppo al territorio e di creare una coscienza più consapevole. Protagonisti saranno gli attori dell’edilizia sostenibile che racconteranno e motiveranno la scelta e i risultati ottenuti grazie a questa certificazione.

La buona notizia è che in Italia aumentano gli edifici a basso consumo, tra innovazione, comfort abitativo e risparmio energetico, tornando a due concetti chiave: la green economy e la transizione energetica delle città, con uno sguardo al recepimento della direttiva europea 2018/844/UE.

La provincia di Trento non fa solo da cornice della Conferenza Nazionale Passivhaus ma è anche quella con il più alto numero di edifici, residenziali e non residenziali, certificati Passivhaus.

Per questo motivo nel corso della manifestazione sarà possibile prendere parte al Passivhaus Tour in pullman, dedicato alla visita degli smart building nei dintorni di Trento con visite guidate da esperti che riguarderanno l’Eco Hotel Bonapace di Nago Torbole, l’asilo nido sovracomunale di Civezzano e Fornace, il Centro di Aggregazione Giovanile La Provvidenza di Pergine Valsugana, lo Studio Gadler edificio per uffici.

L’obiettivo della Conferenza Nazionale Passivhaus è naturalmente ampliare e condividere conoscenze, costruire una rete di professionisti della filiera a tutela del patrimonio abitativo, tracciando con l’aiuto di top player e divulgatori lo scenario culturale, ambientale ed economico in cui saremo chiamati ad agire.

Condividi: