Home Imprese Sostenibili Ottimizzare la produzione energetica fotovoltaica con l’autoconsumo

Ottimizzare la produzione energetica fotovoltaica con l’autoconsumo

città: Milano - pubblicato il:
autoconsumo

La produzione fotovoltaica non ha un andamento costante nel corso della giornata: come si può facilmente immaginare l’andamento della produzione di energia solare ha una forma a campana – picco nelle ore centrali della giornata – esattamente contrapposta invece alla necessità energetiche degli utenti.

Le famiglie infatti, nella maggior parte dei casi, hanno un andamento dei loro consumi che è concentrato durante la prima mattina e poi la sera; esattamente il contrario. In questi casi quindi si genera un surplus energetico che viene ceduto alla rete elettrica, attraverso un meccanismo definito tecnicamente di scambio sul posto.

Un concetto che in qualche modo sembra antitetico alle motivazioni per le quali una famiglia decide di investire in un impianto fotovoltaico che sono, sicuramente legate all’attenzione all’ambiente, ma che riguardano certamente e in maniera rilevante il risparmio energetico ed economico.

Ecco allora che diventa importante capire come risparmiare energia in casa ma anche come sfruttare l’autoconsumo energetico per eliminare il gap tra produzione e utilizzo dell’energia solare.

Autoconsumo energetico: di cosa si tratta?

Per autoconsumo, in economia, si intende la pratica di destinare parte della produzione che non viene venduta o scambiata verso gli usi interni; nel caso degli impianti fotovoltaici, analogamente, l’autoconsumo energetico ha lo scopo di fornire energia alle famiglie che installano tali impianti, invece che trasferirla al gestore della rete elettrica.

È quindi evidente come, una volta dimensionato l’impianto fotovoltaico in base alle esigenze di consumo familiare, sia fondamentale capire come ottimizzare i propri consumi in modo da utilizzare appieno la fonte di energia rinnovabile per risparmiare e rendersi energeticamente indipendenti.

Più si riesce a consumare in situ l’energia fotovoltaica prodotta e più si risparmia: arrivare a una capacità di autoconsumo del 100% si traduce quindi nel potersi garantire lo sfruttamento completo dell’energia prodotta dall’impianto e, di conseguenza, poter soddisfare tutto il fabbisogno energetico domestico calcolato in fase di progettazione dell’impianto.

Vero è che la normativa italiana prevede – per gli utenti riconosciuti dal Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) – la possibilità di cedere le eccedenze di energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, in certe ore del giorno, ripagandosi l’energia prelevata dalla rete e utilizzata quando serviva.

Certamente non è la modalità più efficiente né quella che consente i maggiori risparmi economici.

Aumentare il risparmio energetico attraverso l’autoconsumo

elios4you - autoconsumo

La soluzione per sfruttare bene il proprio impianto fotovoltaico, quindi, è quella di riuscire ad applicare l’autoconsumo, cioè essere in grado di usare l’energia prodotta nell’istante in cui viene prodotta.

Per riuscirci ci sono due possibilità: essere in grado di spostare i propri consumi elettrici prevalentemente durante la produzione oppure prendere in considerazione la conversione dei consumi energetici da altre fonti verso l’energia elettrica.

Cosa significa esattamente? Pensate a questi due esempi per chiarire il concetto: nel primo caso si può far funzionare la lavatrice durante il giorno, mentre nel secondo si può decidere di utilizzare un boiler elettrico, passare al riscaldamento elettrico o acquistare un’auto elettrica.

Oppure adottare una delle soluzioni 4-noks specificamente realizzate per gli impianti fotovoltaici per aumentare il proprio autoconsumo di energia.

Infatti, con un impianto fotovoltaico domestico da 3 kW una famiglia di quattro persone è generalmente in grado di autoconsumare solo il 20-30% dell’energia prodotta.

Come detto è possibile in questi casi spostare e concentrare i propri consumi energetici (lavatrice, lavastoviglie, pompa di calore) nelle fasce diurne, oppure si può usare il sistema 4-noks Elios4you che, collegato a degli appositi relè di potenza wireless, gestisce l’attivazione dei carichi da smartphone con App dedicata anche quando si è lontani da casa, in tutta sicurezza e con la massima semplicità.

Alcuni utilizzi tipici di Elios4you permettono quindi di azzerare i costi per la produzione di acqua calda sanitaria, di ridurre i costi per il riscaldamento e di ridurre i costi per l’utilizzo degli elettrodomestici.

Arrivando a consumare l’85% dell’energia fotovoltaica prodotta, con un risparmio economico conseguente!

Condividi: