Home Agricoltura e Bio Cos’è il caffè biologico, perché comprarlo e in cosa si differenzia dal...

Cos’è il caffè biologico, perché comprarlo e in cosa si differenzia dal caffè normale

città: Milano - pubblicato il:
caffè biologico

Se non sapete cosa sia il caffè biologico, è tempo di scoprire e riflettere sul perché dovreste comprarlo, preferirlo ad altre marche che utilizzano metodi di produzione industriali e perché la qualità dei prodotti biologici generalmente supera quella dei prodotti non organici.

Cos’è il caffè biologico?

Si può definire il caffè biologico come il tipo di caffè prodotto senza l’ausilio di sostanze chimiche quali pesticidi, additivi o erbicidi.

La coltivazione e la seminazione avvengono all’ombra di alberi molto alti che forniscono umidità e riparo dal sole per generare un clima perfetto che aiuta la produzione di un caffè di alta qualità; inoltre, tale processo cerca di contribuire al miglioramento del substrato, utilizzando tecniche che lo rendono più fertile e non impoveriscono le proprietà minerali dei terreni.

Molte marche bio hanno lanciato nuovi prodotti e miscele: macinati e non, capsule e cialde, i caffè biologici che sono stati realizzati con chicchi di caffè coltivati con onestà, senza pesticidi o fertilizzanti si possono trovare in diversi formati.

Inoltre, nel caso del caffè biologico in cialda, le capsule utilizzate sono generalmente compatibili con il formato di brand più famosi ma, a differenza di questi, sono generalmente fatte con fecola di patate, per facilitare il loro smaltimento nella spazzatura senza la necessità di separare i materiali, evitando così la generazione di rifiuti inutili.

Perché bere caffè biologico?

Di seguito alcuni motivi fondamentali per comprare caffè organico:

  1. è ricco di proprietà utili per la salute: fornisce antiossidanti, vitamine e genera molti altri benefici derivati dal suo consumo
  2. è una garanzia naturale: utilizzandolo non verrai a contatto con pesticidi, prodotti chimici o fertilizzanti
  3. il caffè coltivato in maniera equosolidale contribuisce alla riduzione delle emissioni di gas serra, dannose per la salute del pianeta, che lasciano il posto ai cambiamenti climatici. In breve, contribuirete a prendervi cura dell’ambiente in generale
  4. infine un’altra ragione che sicuramente non avete immaginato: il caffè biologico aiuta la conservazione della nostra fauna perché le coltivazioni di caffè biologico aiutano allo sviluppo e alla salvaguardia soprattutto di volatili e insetti, rispettando il loro habitat naturale

Coltivazione biologica, coltivazione sostenibile

Le aziende produttrici di caffè biologico, non utilizzano fertilizzanti – in un terreno privo di tracce da almeno cinque anni – o di pesticidi sintetici. In una gestione biologica globale i cicli e le attività del suolo escludono l’utilizzo di organismi geneticamente modificati.

Il coltivo biologico è inoltre obbligatoriamente soggetto a uno standard predefinito e a specifiche e rigorose norme che ne consentono la certificazione. Il controllo e la certificazione sono effettuati da marchi internazionali ufficiali e indipendenti, come Ecocert nel paese produttore.

Aumenta l’agricoltura biologica

Il caffè, per essere denominato BIO deve essere certificato due volte all’anno da un marchio biologico: al momento della produzione, (nel paese di origine) e durante la vendita nel paese di consumo.

Il produttore indica, su base giornaliera, gli atti e gli eventi della piantagione, la natura e la quantità di tutti i prodotti utilizzati nella coltura, ma anche durante lo stoccaggio e il trasporto.

Uguale trasparenza avviene durante il processo di torrefazione, durante il processo di trasformazione e nelle condizioni di confezionamento.

Condividi: