Home Eco Lifestyle Cosa fa per me l’Europa? Ambiente, sicurezza e lavoro

Cosa fa per me l’Europa? Ambiente, sicurezza e lavoro

città: Milano - pubblicato il:
Cosa fa per me l'Europa?

Cosa fa l’Europa per noi? Anzi, meglio cosa fa per me l’Europa? Se la domanda vi scappa fuori ogni tanto provate a dare un occhio alla piattaforma online Cosa fa per me l’Europa, creata in vista delle elezioni europee del 2019 proprio per spiegare a ogni cittadino europeo come ambiente, sicurezza, lavoro e moltissimi altri settori siano influenzati dall’Unione Europea.

Cosa fa per me l’Europa è una sorta di database, in continuo aggiornamento, contenente informazioni su progetti, ambiti di vita e territorio con numerosi rimandi per approfondire ciò che più interessa.

L’obiettivo è quello di aiutare tutti noi ad accedere a informazioni e diritti in termini di tutele, consumi e benessere, tramite un’interfaccia che renda più accessibile il mondo delle normative europee.

Cosa fa per me l’Europa? Ecco il contenuto della piattaforma

Come è strutturata la piattaforma? Si può accedere a tre sezioni che rappresentano diverse vie di consultazione dei contenuti: la sezione Nella mia vita, che contiene quattrocento articoli in cui si spiega l’impatto dell’Unione Europea su categorie sociali e cittadini: imprenditori, accademici, disoccupati… ma ancora, categorie più bizzarre in cui tuttavia molti potrebbero ritrovarsi: persone preoccupate per l’uso di antibiotici, che consumano banane, che vorrebbero utilizzare meno buste di plastica.

Ma perché questo genere di categorie? Presto detto! Gli articoli sulla piattaforma presentano i problemi e gli argomenti affrontati in questi anni dalle istituzioni europee, spesso espressione delle preoccupazioni e dei desideri della società civile: è il caso dell’articolo sui minerali dei conflitti, che parla di come l’UE si stia muovendo per liberare la propria filiera dei diamanti da violazioni dei diritti umani e dalla violenza nei paesi produttori, in seguito a denunce come quella del film Blood Diamond, con Leonardo di Caprio.

Certo, ci si può perdere a spulciare tra le moltissime notizie di questa sezione. Ma ci si può anche ritrovare su una cartina, come accade nella sezione Nella mia regione, che permette di visualizzare i progetti in atto in tutte le regioni europee e di approfondire con rimandi ai siti delle istituzioni locali.

Gli interventi dell’Unione Europea mettono in connessione e offrono opportunità in tutti i luoghi del continente, dalla Cornovaglia alla Calabria, dall’Andalusia alla Lituania.

Così si può scoprire che grazie a finanziamenti EU la regione di La Rioja in Spagna ha potuto fornire una connessione internet sicura e veloce a 150 scuole, o che a Rimini il contributo europeo di 1,74 milioni di euro ha permesso il recupero del Teatro Galli. C’è solo l’imbarazzo della scelta: è una vera opportunità per scoprire cosa accade nel nostro continente, dalla Scandinavia alla Grecia, passando per l’Italia.

Infine, la sezione In primo piano racchiude 24 documenti che trattano delle principali politiche europee: ambiente, lotta alla disoccupazione, salute e molto altro. È quindi un aiuto per approfondire questi macrotemi e scoprire come possono essere affrontati a livello comunitario.

Conoscere queste politiche è importante poiché indirizzano anche quelle del nostro Paese, delle nostre regioni e dei nostri comuni: di contro, noi possiamo influenzarle con quello strumento fondamentale che è il nostro voto.

Condividi: