Home Imprese Sostenibili Sviluppare la mobilità elettrica: Ascotrade e Be Charge al fianco delle utilities

Sviluppare la mobilità elettrica: Ascotrade e Be Charge al fianco delle utilities

città: Treviso - pubblicato il:
sviluppare la mobilità elettrica

Per sviluppare la mobilità elettrica in ambito pubblico nel nostro Paese, due aziende, Ascotrade e Be Charge, hanno firmato un accordo di collaborazione per proporre un progetto alle Amministrazioni Comunali e alle Utilities pubbliche di tutto il territorio nazionale.

Le due società, impegnate direttamente nella sfida verso una transizione energetica più sostenibile, hanno deciso di unire le forze per sviluppare la mobilità elettrica e aiutare le amministrazioni pubbliche e i privati a dotare il proprio territorio di una capillare infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici.

Nel dettaglio, Ascotrade aiuterà Be Charge a estendere la propria rete di ricarica su tutto il territorio nazionale, con particolare attenzione alle province di Treviso, Venezia e Belluno in cui la presenza della utility di Pieve di Soligo è più radicata.

Il progetto si basa su una campagna gratuita per l’installazione, nel territorio di competenza, di infrastrutture di ricarica pubblica per veicoli elettrici di ultima generazione.

Saranno infatti a carico di Ascotrade e Be Charge la realizzazione dell’allaccio alla rete elettrica e i lavori civili necessari, l’installazione di infrastrutture composte da uno o più punti di ricarica per auto elettriche, la fornitura agli utenti di energia elettrica 100% proveniente da fonte rinnovabile, la gestione dei pagamenti e della fatturazione del servizio di ricarica erogata, la manutenzione e il servizio di assistenza per i singoli punti di ricarica e l’inserimento degli stessi in una piattaforma tecnologica internazionale per una più facile rintracciabilità da parte degli utenti.

Con questa iniziativa Ascotrade e Be Charge, attraverso proposte e progetti concreti, mettono dunque a disposizione la competenza e l’esperienza di due aziende che lavorano con l’obiettivo comune di sviluppare la mobilità elettrica in Italia attraverso una rete capillare di punti di ricarica sul territorio.

Un primo passo per incentivare il passaggio alla mobilità green, allo scopo di ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2, contribuendo al benessere dell’ambiente e della società.

Stefano Busolin, presidente di Ascotrade, commenta così l’accordo: “nella nostra azienda siamo convinti che la sostenibilità passi attraverso una consapevolezza comune, ovvero la necessità di cambiare le abitudini di consumo individuale e le politiche aziendali. La transizione verso la mobilità elettrica è iniziata e Ascotrade vuole essere attore protagonista nelle aree commerciali dove opera. La mobilità sostenibile, è uno dei cardini sui quali stanno nascendo e si stanno sviluppando i progetti delle aziende che, come Ascotrade e Be Charge, sanno guardare al futuro e pongono un’attenzione particolare alle persone“.

Siamo orgogliosi di poter collaborare con una delle Utilities più importanti del nostro paese come Ascotrade” dichiara Paolo Martini, amministratore delegato di Be ChargeLa nostra società è fortemente impegnata a sviluppare una rete di infrastrutture di ricarica in tutta Italia e poter unire le nostre forze con chi è radicato nei territori da tanto tempo ci aiuta ad accelerare quella transizione verso la mobilità sostenibile che può aiutare il nostro paese a mettersi al passo con le nazioni più evolute in questo campo. Speriamo che l’Italia possa trasformarsi da follower sui temi della mobilità a un esempio di paese all’avanguardia da imitare. Noi, nel nostro piccolo, siamo pronti a fare la nostra parte. Da oggi anche con l’aiuto di Ascotrade“.

Condividi: