Home Eco Lifestyle 5 alimenti che combattono il Winter Blues

5 alimenti che combattono il Winter Blues

città: Milano - pubblicato il:
winter blues - mandorle

Winter blues: tristezza e umore nero sembrano una costante soprattutto in inverno a causa dell giornate grigie, delle lunghe notti buie e di un conto in banca spesso più magro a causa delle spese sostenute per le feste natalizie.

Tant’è che si parla di Winter blues che Wikipedia definisce come “disordine affettivo stagionale (SAD), anche noto come depressione d’inverno, winter blues o depressione stagionale, era considerata un disturbo dell’umore nel quale persone con una condizione di buona salute mentale per la maggior parte dell’anno cadevano in depressione in inverno“.

Una recente ricerca, condotta da Astra Ricerche su un campione di 1.002 italiani tra i 25 e i 65 anni di età, ha rivelato che l’inverno è la stagione in cui gli italiani si sentono più scarichi, con meno di uno su cinque che dichiara di sentirsi al top delle energie in questo periodo dell’anno e un 44% che viaggia con le batterie cariche per metà o anche meno.

La dietologa Juliette Kellow spiega che spesso attribuiamo la colpa al clima e alla mancanza di luce solare, che ci sembrano aggravare la stanchezza e la tristezza che ci colpiscono in questo periodo, ma possono esserci altri fattori.

Tristezza invernale a parte, sentirsi stanchi e di cattivo umore potrebbe in realtà essere una conseguenza della mancanza di nutrienti essenziali che aiutano a ridurre la stanchezza e contribuiscono alle normali funzioni psichiche. Un cambiamento nella nostra dieta potrebbe quindi essere un rimedio al Winter Blues“.

Sconfiggere il Winter Blues grazie all’alimentazione

Ecco dunque quali alimenti la Kellow raccomanda per aiutare a ridurre la stanchezza.

Mandorle

Quando il freddo stimola l’appetito, è facile ricorrere a dolci, cioccolato e biscotti, ma optare per una manciata di mandorle (circa 28g) fornirà uno spuntino nutriente e appagante. Le mandorle sono ricche di fibre e una fonte naturale di proteine, entrambe associate a un aumento delle sensazioni di sazietà, supportandovi tra un pasto e l’altro.

Le mandorle contengono niacina (vitamina B3), acido folico e ferro e sono ricche di riboflavina (vitamina B2) e magnesio, tutti i nutrienti essenziali che contribuiscono a ridurre stanchezza e affaticamento.

Inoltre, scegliere uno spuntino smart è ancora più cruciale in questo periodo dell’anno, perché quando i livelli di zucchero nel sangue si abbassano, questo può aggravare alcuni dei sintomi che associamo al Winter Blues come irritabilità, stanchezza e scarsa concentrazione. Gli studi dimostrano che le mandorle possono avere un effetto positivo sulla modulazione dei livelli di zucchero nel sangue.

Uova

Le uova contengono folati e sono una buona fonte di vitamina B12, entrambe essenziali per una sana funzione psichica. L’aggiunta di uova alla dieta invernale fornisce anche una dose di vitamina D – utile in un periodo dell’anno come questo, in cui anche nei giorni di cielo sereno, i raggi del sole sono troppo deboli per stimolare questa vitamina nel nostro corpo.

Le uova sono anche ricche di triptofano – un amminoacido (blocco di proteine) che produce la serotonina nel nostro cervello. Questo ormone del benessere influenza il nostro umore, l’appetito e il sonno e una mancanza di luce solare può portare a livelli più bassi, che a loro volta sono legati a sentimenti di depressione.

Cereali integrali

Inserire i cereali integrali nella nostra dieta aiuta a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, il che a sua volta può aiutarci a controllare il nostro appetito. Gli alimenti amidacei stimolano anche il rilascio di insulina, che indirettamente aiuta il triptofano a entrare nel cervello, dove viene poi usato per produrre serotonina, con effetti benefici sull’umore.

Spinaci

Se state soffrendo di Winter Blues, vale la pena di assicurarvi che i livelli di ferro nel vostro organismo siano adeguati, perché la mancanza di questo minerale chiave può farci sentire esausti, anche quando dormiamo abbastanza.

Una manciata di mandorle è un buon inizio, dato che è una fonte di ferro, ma considerate l’aggiunta di spinaci ai pasti invernali, in quanto forniscono ferro e una grande quantità di nutrienti come folati e la vitamina C, che aiutano a ridurre la stanchezza.

Acqua

L’avrete sentito dire spesso, ma se siete disidratati, potreste iniziare a tristi e stanchi, quindi è importante bere abbastanza acqua, anche durante l’inverno.

Uno studio che ha esaminato gli effetti della disidratazione nelle donne ha scoperto che anche una lieve disidratazione porta a ripercussioni sull’umore, con maggiori difficoltà a svolgere i propri normali compiti quotidiani e problemi di concentrazione.

Condividi: