Home Eco Lifestyle Una dieta universale può preservare la nostra salute e l’ambiente

Una dieta universale può preservare la nostra salute e l’ambiente

città: Milano - pubblicato il:
dieta universale

Mangiare bene, adottando una corretta e sana alimentazione, porta benefici alla salute ma anche l’ambiente; sembra scontato ma è quello che certifica anche un rapporto, pubblicato sull’autorevole rivista scientifica The Lancet, che raccomanda una dieta universale.

Una dieta universale, sana ed ecosostenibile: un team di ricercatori internazionali, tra cui alcuni professori della City University of London, ha messo a punto una nuova dieta in grado di migliorare la salute e di promuovere la sostenibilità ambientale.

La Commissione EAT-Lancet – che ha coinvolto 37 esperti in 16 Paesi per tre anni – propone così il primo modello di dieta salutare proveniente da un sistema di produzione alimentare ecosostenibile che il rapporto Food in the Anthropocene: the EAT-Lancet Commission on healthy diets from sustainable food systems, pubblicato da The Lancet lo scorso 16 gennaio, definisce universale.

Dieta universale: meno carne e zucchero, più frutta e verdura

Il modello alimentare della dieta universale proposto dagli studiosi prevede una riduzione del consumo di carne rossa e di zucchero e, invece, un incremento del consumo di frutta, verdura e noci.

Gli autori sostengono infatti che nutrire una popolazione che raggiungerà i 10 miliardi di persone all’orizzonte 2050 con una dieta che sia al contempo salutare ed ecosostenibile sarà impossibile senza trasformare le abitudini alimentari, migliorare la produzione di cibo e ridurre gli sprechi alimentari.

Tim Lang, docente di politica alimentare alla City University of London e co-autore dello studio ha ammonito che “il cibo che consumiamo e il modo in cui viene prodotto determina lo stato di salute delle persone e del pianeta e lo stiamo attualmente gestendo nel modo sbagliato. Abbiamo bisogno di trasformare radicalmente il sistema alimentare mondiale in un modo mai fatto prima adattandolo al contempo ai contesti dei diversi paesi. Il modello scientifico che abbiamo messo a punto per una dieta sana ed ecosostenibile costituisce le fondamenta che sosterranno e guideranno il cambiamento“.

Eliminare le cattive abitudini alimentari

Le cattive abitudini alimentari sono fra le principali cause di morte per malattia e gli autori del rapporto sottolineano che seguire l’adozione di una dieta universale consentirebbe di evitare 11 milioni di morti premature ogni anno.

La dieta consigliata dagli autori del rapporto è composta da una grande varietà di alimenti di origine vegetale e da una più bassa quantità di alimenti di origine animale, farine raffinate, cibi altamente trasformati, zuccheri aggiunti e con grassi insaturi piuttosto che saturi.

Cambiare il nostro sistema alimentare globale è tanto più necessario che più di 3 miliardi di persone risultano malnutrite, comprese quelle denutrite e sovralimentate.

Il rapporto sottolinea inoltre che il modo in cui produciamo il nostro cibo ha superato ogni limite diventando una delle principali cause del cambiamento climatico, della perdita di biodiversità e dell’inquinamento ambientale dovuto all’utilizzo eccessivo di fertilizzanti chimici e di cambiamenti ambientali dell’acqua e della terra non più sostenibili.

La dieta universale mette d’accordo salute e ambiente

Il modo di nutrirsi degli esseri umani è legata a doppio filo con la sostenibilità ambientale. I nostri regimi alimentari stando spingendo il pianeta al di là dei propri limiti e ci stanno facendo ammalare. Entrambi, sia il pianeta che l’individuo, sono a rischio.

Per affrontare la sfida di una popolazione in continua crescita, i cambiamenti nell’alimentazione devono essere accompagnati a miglioramenti nella produzione del cibo e nella riduzione degli sprechi alimentari.

Gli autori dello studio sollecitano quindi una collaborazione e un impegno senza precedenti a livello globale al fine di operare immediati cambiamenti nello sfruttamento delle risorse ambientali e nell’agricoltura.

La Commissione promuoverà le proprie conclusioni raggiunte nel corso dello studio presso i governi di tutto il mondo e presso istituzioni internazionali come l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) al fine di iniziare a cambiare la maniera in cui ci nutriamo.

A Milano iniziative per imparare la corretta alimentazione

Partire dalle indicazioni scientifiche sulla dieta universale – molto intuitive – per imparare a nutrirsi bene; anche con l’aiuto di esperti di salute e di cibo.

Avviene così che a Milano, la Fondazione Umberto Veronesi insieme Slowfood hanno organizzato gli eventi di Mercato Animato, una rassegna ideata dal Comune di Milano per far tornare nove mercati coperti della città luoghi di aggregazione e socialità, ma anche per insegnare a nutrirsi in modo sano.

Grazie a una didattica divertente e coinvolgente, verranno illustrate ai bambini delle scuole primarie del quartiere, alle loro famiglie e a tutte le persone interessate come adottare corretti stili di vita e seguire un’alimentazione buona sana e sostenibile.

Le attività verranno svolte in classe, nel quartiere e all’interno del mercato comunale Morsenchio.

Tutte le attività per il pubblico sono gratuite e per parteciparvi è però necessario iscriversi. Ecco il calendario delle attività organizzate da Fondazione Umberto Veronesi e Slowfood:

Facciamo colazione al Morsenchio

  • 30 gennaio, ore 10
  • Le colazioni buone e sane a cura di Fondazione Umberto Veronesi e Slow Food. Con degustazione di prodotti selezionati e bevande calde
  • Ingresso aperto al pubblico, previa iscrizione
  • ritrovo alle ore 10 al Caffè Massimus

Caccia al tesoro

  • 9 febbraio, ore 15
  • Enigmi, indizi, giochi, filastrocche per scoprire il mercato in famiglia. Con degustazione e merenda conclusiva
  • ritrovo alle ore 15 alla cartoleria Luisa

Metti una passeggiata al mercato

  • 23 febbraio, ore 10:30
  • Camminata nel quartiere NIL-Mecenate in collaborazione con l’associazione AtleticaMente. Con aperitivo conclusivo
  • ritrovo alle ore 10:30 all’esterno del Mercato Morsenchio di Largo Guerrieri Gonzaga

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 335/7435185.

Condividi: