Home Eco Lifestyle Vacanze, sostenibili, in America: ecco cosa sapere

Vacanze, sostenibili, in America: ecco cosa sapere

città: Milano - pubblicato il:
vacanze in america sostenibili

Sono passati soltanto due stagioni dall’anno internazionale del turismo sostenibile – indetto dall’Onu nel 2017 – ma cosa ci è rimasto di questa iniziativa, in che modo è possibile riuscire a fare vacanze in America sostenibili?

Soprattutto, cosa comporta organizzare e fare vacanze in America sostenibili oggi? Quali sono le linee guida di viaggio per non rimanere delusi e godersi la vacanza, non rinunciando però alla responsabilità ambientale e alla sostenibilità?

Partiamo da alcune considerazioni basilari: il turismo internazionale genera un movimento imponente di persone e di denaro ogni anno, facendo girare l’economia – ed è un bene – ma determinando un impatto pesante sull’ambiente e sui territori – e questo non sempre è positivo.

Uno studio dell’Agenzia Europea dell’Ambiente ha infatti rilevato che i turisti europei consumano ogni giorno una quantità di acqua superiore di 3 o 4 volte a quella che consumerebbero normalmente; il trasporto aereo, inoltre, è tra le cause maggiormente responsabili delle emissioni di gas serra in atmosfera.

Non vanno infine dimenticati gli impatti dannosi della maleducazione e della mancanza di etica ambientale sul paesaggio e sull’economia prodotta dai flussi turistici: sporcizia, abbandono di rifiuti nell’ambiente, peggioramento della qualità dell’aria, spreco di cibo e consumo di suolo.

Vacanze in America sostenibili: è possibile fare turismo in modo positivo

Ma non è tutto negativo: la possibilità di organizzare e di fare vacanze in America sostenibili c’è. Tutto parte dalla scelta e dall’organizzazione degli spostamenti negli Stati Uniti, nazione che presenta ottime opportunità di fare turismo ecologico e sostenibile.

Meta tra le più gettonate per le vacanze – di svago ma anche di istruzione, gli Stati Uniti, inutile nascondercelo, partono con l’handicap notevole del lungo viaggio aereo, certamente molto impattante per l’ambiente (clicca qui per trovare un viaggio aereo negli States).

In media il consumo di cherosene per 100 km di volo è di circa 4 litri per persona, pari a 10 kg di CO2, quindi a 100g di CO2 per chilometro, un valore non molto distante da quello di una piccola utilitaria.

Purtroppo però le emissioni degli aerei avvengono in una zona assai delicata dell’atmosfera che fa sì che il danno climatico sia raddoppiato, arrivando quindi a consumare circa 200 grammi di CO2 per chilometro, al pari di un Suv.

Ecco allora che si può ovviare ai consumi del viaggio aereo pianificando successivamente delle tappe più ecologiche e sostenibili una volta giunti a destinazione.

Come si può quindi fare turismo in modo più sostenibile? Per esempio evitando in loco attività che danneggiano animali e piante, evitando di abbandonare i rifiuti nell’ambiente, non facendosi attrarre dall’acquisto di souvenir con animali o piante protette (conchiglie, sabbia del deserto, legni tropicali intagliati) ma soprattutto utilizzando i mezzi pubblici, la bicicletta o noleggiando soltanto auto iride o elettriche.

Per rendere le vostre vacanze in America ancora più sostenibili potreste anche ordinare prodotti e cibi locali nei ristoranti dove vi recherete e alzare la temperatura dell’aria condizionata negli hotel in cui alloggerete, mitigando la tendenza statunitense di mantenere le temperature interne molto basse.

Per le vostre vacanze in America cercate di organizzare dei tour guidati con guide locali, privilegiando il movimento in piccoli gruppi ed evitando i luoghi visitati dal turismo di massa. Scoprite da voi la meta delle vostre vacanze, viaggiando – ove possibile – a piedi, in autobus o treno o in bicicletta, rispettando l’ambiente!

10 cose da fare per organizzare le vostre vacanze in America

Di seguito alcune considerazioni e utili consigli per organizzare le vostre vacanze in America in modo sostenibile e sicuro, evitando intoppi dell’ultimo momento.

Il passaporto è rinnovato?

La prima cosa da controllare prima di partire per gli Stati Uniti è sicuramente se siete in possesso di un passaporto elettronico in corso di validità. Ricordatevi che, se il documento fosse scaduto, sarà necessario richiederlo con largo anticipo, fissando appuntamento attraverso il sito della Polizia di Stato.

Controllate che anche la marca da bollo non sia scaduta: ha validità di un anno e può essere acquistata e applicata – validandola scrivendoci sopra la data – anche appena prima della partenza.

Avete il visto ESTA USA?

Tutti i viaggiatori italiani che vogliono recarsi negli Stati Uniti per un periodo di tempo non superiore ai 90 giorni possono viaggiare senza visto, richiedendo online il visto ESTA USA. Il tempo di elaborazione previsto non supera le 24 ore e il visto ha una validità di due anni.

Meglio stipulare un’assicurazione sanitaria aggiuntiva

L’assicurazione medica per il vostro viaggio non è obbligatoria, ma assolutamente consigliata. Le prestazioni sanitarie negli Stati Uniti sono a pagamento e i costi, anche per visite banali sono molto alti.

Adattatori elettrici

Viaggiare senza smartphone, tablet e PC è oggi quasi impossibile: le prese elettriche e il voltaggio negli States sono differenti di nostri ed è quindi consigliabile acquistare un adattatore.

Tariffe telefoniche e di roaming dei dati

Verificate le tariffe e le opzioni del vostro operatore per il traffico dati (necessario per navigare e per usare whatsup) e per chiamare casa.

Pagamenti con carte di credito e bancomat

La maggior parte delle carte di credito e dei bancomat sono abilitati al pagamento elettronico e al prelievo all’estero, ma per sicurezza è meglio verificare con la propria banca. Le carte prepagate non sono accettate per noleggiare un’auto e, a volte, anche negli hotel per pagare la stanza.

Vacanze in America: prenotate un hotel per i primi giorni

Anche se avete deciso di fare un viaggio itinerante, con molti spostamenti anche dell’ultimo momento, è meglio prenotare un albergo – assolutamente green e sostenibile – da utilizzare come punto di partenza.

Portare con voi le conferme di prenotazione da mostrare eventualmente al momento del Visa Check all’immigrazione, dopo lo sbarco in aeroporto.

Organizzare bene la propria valigia

Vacanze in America: il concetto è molto generico perché il clima statunitense è molto variegato, così come il territorio. Verificate in anticipo le condizioni climatiche delle aree che visiterete per decidere l’abbigliamento più appropriato.

Controlli doganali: cibi freschi e animali domestici

Fate attenzione: è assolutamente vietato portare negli Stati Uniti cibi freschi; inoltre se avete la necessità di organizzare le vacanze in America portando il vostro animale domestico, dovrete ricordarvi di portare anche i documenti che ne attestino le vaccinazioni e la buona salute.

Quali medicinali portare?

Negli Stati Uniti non c’è problema a trovare una farmacia – spesso anche all’interno di un supermercato perché i medicinali che non richiedono una ricetta sono liberamente disponibili; è in ogni caso consigliabile portare in viaggio le medicine che si assumono abitualmente e quelle per i problemi più comuni (mal di testa, dissenteria e febbre).

Vacanze sostenibili in America: come diminuire il proprio impatto ambientale

Per concludere quindi vi offriamo alcuni semplicissimi consigli per rendere la vostra vacanza green e sostenibile, senza impatti negativi sull’ambiente e senza che il vostro viaggio perda in attrattiva né in comodità.

  1. spegnete sempre le luci e l’aria condizionata quando uscite dalla camera
  2. non tenete l’aria condizionata troppo bassa: ridurrete i consumi e diminuirete lo sbalzo termico che non è mai salutare per l’organismo
  3. utilizzate gli asciugamani per più giorni se non è necessario
  4. non sprecate l’acqua – facendola scorrere inutilmente o facendo docce lunghe più di 5 minuti
  5. utilizzate confezioni di shampoo o bagnoschiuma di grandi dimensioni invece di usare i piccoli contenitori degli alberghi
  6. evitate la plastica utilizzando contenitori di metallo da riempire
  7. non usate sacchetti di plastica quando fate la spesa ma preferite una borsa di stoffa riutilizzabile
  8. portate con voi una borraccia evitando di comprare bottiglie di plastica
  9. andate più volte al buffet piuttosto che lasciare del cibo nel piatto
  10. comprate prodotti regionali, provenienti dall’agricoltura del luogo, piuttosto che prodotti che sfruttano animali o verdure modificate
Condividi: