Home Eventi Perché conviene andare a MyPlant&Garden

Perché conviene andare a MyPlant&Garden

città: Milano - pubblicato il:
presentazione myplant&garden 2019

Opportunità di business e di formazione. In una giornata primaverile, anche se siamo in pieno inverno, Myplant&Garden ha presentato alla stampa la nuova edizione della fiera del verde che va in scena anche quest’anno dal 20 al 22 febbraio.

Una fiera che prospetta molte opportunità di allargamento del proprio business green. Un immancabile appuntamento per gli addetti ai lavori in un comparto che cuba oltre 2 miliardi e settecento milioni di euro (valore alla vendita del giardinaggio italiano nel 2017).

Molte, infatti, le tendenze riprese nei tre padiglioni di Rho Fiera. A cominciare dalla collaborazione sempre più profonda tra i settori dell’edilizia, inteso come costruito e riqualificato, e il verde.

I due comparti “iniziano a dialogare profondamente mettendo assieme competenze diverse” spiega Valeria Randazzo, organizzatrice della manifestazione. Non è un caso che Ance abbia dato il patrocinio alla manifestazione.

Il verde non è più arredo di un condominio, ma è strutturale come i tetti o le pareti” racconta Gloria Domenighini, presidente di Ance Milano Lodi Monza Brianza.

Il che vuol dire aumentare il valore dell’immobile, ma anche la salute delle persone e delle città. Con Assoflora Lombardia è stato firmato un protocollo sinergico perché i saperi edili si sposino con le competenze dei giardinieri.

Il bonus verde ne è una prova. Un approfondimento in tema di sicurezza dei cantieri a cura di Aiap Lombardia, dimostra come il settore deve affrontare le installazioni del verde con la massima sicurezza.

Passare in Myplant&Garden diventa così non solo un’opportunità di business, ma anche di aggiornamento professionale.

È Gianpietro D’Adda, presidente del consorzio Myplant&Garden a spiegare come il settore è di fronte a una nuova norma sulla tracciabilità delle piante. Un ottimo modo per garantire il Made in Italy che oggi registra anche forti crescite nel settore dell’esportazione.

Formazione è data anche dai convegni e workshop che anche quest’anno compongono il ricco calendario di convegni ed eventi.

Formazione e informazione in tema di cambiamenti climatici è la linea guida che il pubblico potrà scoprire al convegno di apertura di Myplant&Garden (20 febbraio ore 9:30) dove si darà evidenza di tutta una serie di progetti che possiamo già adottare per renderci resilienti rispetto a inondazioni, incendi, alluvioni, bombe d’acqua e isole di calore.

Aziende e cittadini pronti a rispondere adeguatamente a quello che i cambiamenti climatici ci riservano per il futuro. Rilasciati i crediti formativi ad architetti e agronomi. Un importante momento di formazione anche per geologi e meteorologi.

Novità di quest’anno è anche un’area dedicata al verde sportivo, ma anche all’offerta Bio che è sempre più qualificata anche nel settore dell’ortoflorovivaismo. Qui infatti, sembrano essere le crescite a maggior valore, sempre secondo i dati Euromonitor. Per questo, un percorso curato da Change Up! ne facilita la visione tra i padiglioni.

Condividi: