Home Imprese Sostenibili Shell fa spese nel settore delle rinnovabili: acquisita sonnen

Shell fa spese nel settore delle rinnovabili: acquisita sonnen

città: Roma - pubblicato il:
shell acquisisce sonnen

L’interesse verso l’economia verde e circolare attira sempre più le vecchie Oil Companies, intenzionate a fare spese nel settore: succede così che Shell mostra interesse e muove i passi necessari all’acquisizione della tedesca sonnen, azienda innovativa che si occupa di stoccaggio delle energie rinnovabili.

Il rilancio del black oil, dell’economia delle fonti fossili, avviene attraverso nuove acquisizioni green; l’accordo tra le due società fa seguito all’investimento di Shell dello scorso maggio 2018, quando erano stati investiti 60 milioni di dollari nella società tedesca.

Ora, una volta ottenuta l’approvazione degli enti regolatori, sonnen diventerà a tutti gli effetti una sussidiaria di Shell.

L’accordo darà un forte impulso alla capacità delle due aziende di offrire servizi energetici integrati, soluzioni per la ricarica di veicoli elettrici oltre all’approvvigionamento di servizi di rete basati sulla virtual battery pool di sonnen.

sonnen è tra i leader nello stoccaggio e distribuzione intelligente dell’energia e ha un track record di innovazione focalizzata sui bisogni del cliente. La proprietà totale di sonnen ci permetterà di offrire più possibilità di scelta ai nostri clienti che richiedono energia più pulita, affidabile ed economica” ha dichiarato Mark Gainsborough, Executive Vice President New Energies di Shell “Insieme possiamo accelerare lo sviluppo di un sistema energetico focalizzato sul cliente, a supporto della strategia di Shell per offrire soluzioni energetiche più pulite“.

sonnen offre ai privati uno stoccaggio intelligente dell’energia e un servizio energetico digitale attraverso la piattaforma sonnenCommunity. Per esempio, durante il giorno sonnenBatterie ottimizza l’uso dell’energia solare all’interno della casa e la notte utilizza quella immagazzinata durante la giornata.

Di recente, sonnen ha messo in funzione la più grande batteria virtuale della Germania, che utilizza un network di sistemi di archiviazione domestica in tutto il Paese per contribuire a stabilizzare la domanda della rete elettrica.

Shell New Energies è il partner strategico perfetto per aiutarci a crescere in un mercato che si sta espandendo velocemente. Con questo investimento siamo entusiasti di consentire a un numero sempre maggiore di famiglie di diventare indipendenti energeticamente e di trarre beneficio da nuove opportunità nel mercato dell’energia. L’accordo porterà la crescita di sonnen e ci aiuterà a velocizzare la trasformazione del sistema energetico” conferma Christoph Ostermann, Ceo e co-fondatore di sonnen.

Condividi: