Home Eventi Ora e sempre Résistance Naturelle

Ora e sempre Résistance Naturelle

città: Milano - pubblicato il:
Résistance Naturelle

Nella quinta serata di Raggio Verde, la nuova rassegna di film ambientali coordinata dall’Associazione Verdi Ecologisti per Milano, si parlerà di vino artigianale e de-industrializzato attraverso la visione di Résistance Naturelle di Jonathan Nossiter (2014).

Mercoledì 27 febbraio, con ingresso gratuito, presso il CAM di corso Garibaldi a Milano, si potrà assistere alla proiezione del film e, in seguito, alla discussione animata dai ricercatori di Vinoir.

Résistance Naturelle racconta, fissando l’esperienza e l’incontro tra quattro artigiani viticoltori italiani interpreti di quattro differenti territori, di un approccio etico alla vigna e al vino, di scelte appassionate e radicali che escludono l’utilizzo di qualsiasi prodotto chimico di sintesi come coadiuvante sia nella conduzione agronomica del vigneto che, successivamente, nel lavoro di vinificazione in cantina.

Tutto parte dalla terra e dal modo in cui viene trattata. Terreni fertili, vivi, non trattati né irrigati artificialmente, fitti dunque di humus grassi e vitali, ricchi di microflora e microfauna, antitetici ai terreni grigi e secchi figli di un utilizzo persistente e sistemico di pesticidi e fitofarmaci, sono il punto di partenza e approdo del concetto di produzione del vino di questi artigiani resistenti.

Dalla terra al vino. I loro vini sono opere originali, piccoli capolavori di artigianato agricolo, unici e irripetibili, proprio perché figli sempre e solo di un territorio, di un vitigno, di una vigna, di un andamento climatico dell’annata, di una variabilità fisiologica e naturale dell’uva e del vino, quando entrambi, uva e vino, vengono lavorati senza espedienti o corroboranti chimici.

La conseguenza, per chi si innamora, eticamente ma al contempo gastronomicamente, di questa filosofia, è essere conquistati da un gusto nuovo, che riavvicina al sapore e alle caratteristiche dell’uva e del terroir, a vini più vitali, vivi, mai omologati, mai standardizzati, che nell’esperienza degustativa superano di slancio decenni di omologazione e standardizzazione enologica del gusto.

Di questi e altri aspetti narra Résistance Naturelle, il cui sviluppo, condotto dall’appassionata e partecipe regia di Nossiter, si srotola intorno all’incontro e condivisione di filosofie, aspirazioni e storie dei 4 vignaioli.

Il fulcro di tutto è, evidentemente, un modello di agricoltura e produzione del vino opposto a quello industriale, in cui gli elementi prioritari sono l’uniformizzazione del gusto, la costanza produttiva negli anni, la massimizzazione dei ritorni economici.

I ricercatori di Vinoir, enoteca milanese specializzata nel segmento dei vini naturali, ci introdurranno alla scoperta dei fondamentali del vino naturale, dalla dimensione etica e sociale, agli aspetti tecnici ed economici.

Condividi: