Home Imprese Sostenibili Ecotassa o ecobonus? Scegliere un’auto ecologica aiuterà a risparmiare… ecco perché

Ecotassa o ecobonus? Scegliere un’auto ecologica aiuterà a risparmiare… ecco perché

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 20 Marzo 2019
auto ecologica - ecobonus

Dal prossimo primo marzo entrerà in vigore il nuovo sistema di incentivazioni – e al tempo stesso di disincentivazione – varato dal Ministero per lo Sviluppo Economico per l’acquisto di un’auto ecologica; nella scelta dell’autoveicolo quindi entrerà anche il parametro legato al bonus/malus da valutare a seconda del modello scelto.

La misura fiscale – introdotta giustamente per cercare di ridurre le emissioni inquinanti – prevede un ecobonus, ovvero uno sconto applicato sul prezzo di acquisto di un’auto ecologica – immatricolata per la prima volta, quindi nuova – sono escluse le auto usate – mentre, al contrario, nel caso di acquisto di un’auto nuova che superi determinati valori di emissioni di C02, al prezzo di acquisto sarà applicata un’ecotassa che ne aumenterà il costo.

La misura di incentivazione di una mobilità sostenibile e più green non ha certo mancato di sollevare polemiche ma, si sa, l’automobilista italiano è pronto a trovare mille scuse pur di evitare di usare i mezzi pubblici o di puntare ad auto meno inquinanti. La colpa non è mai dell’auto: l’inquinamento è dovuto a industrie e riscaldamenti residenziali o industriali.

Lasciate da parte la mobilità privata – in questa direzione si sono sollevate nei giorni scorsi le proteste per l’attivazione dell’Area B a Milano – e i veicoli commerciali: in Italia i politici di vecchio stampo sembrano intenzionati a sacrificare sull’altare di presunti problemi all’indotto economico causati da manovre di questo tipo la salute dei cittadini che, a causa dello smog, è sempre più in pericolo.

Auto ecologica: ecotassa o ecobonus, è il momento di scegliere

Per chiarire ogni dubbio sull’argomento gli esperti del settore automobilistico di Money.it, portale di informazione specializzato in temi economico-finanziari, hanno realizzato una semplice infografica dal titolo Ecotassa o Ecobonus: quale strada prendere? che mostra in modo sintetico un prospetto dei costi da pagare per un’auto inquinante o degli sconti per l’acquisto di un’auto ecologica.

Da una parte si possono valutare alcuni esempi di ecotassa, applicata a tutte le auto con emissioni superiori ai 160 g/km di CO2 e richiesta una tantum al momento dell’acquisto; correttamente, seguendo il principio del “chi inquina paga” la tassa è progressiva al crescere delle emissioni inquinanti dell’auto.

Viceversa, nell’altro riquadro, viene visualizzato il valore dell’ecobonus – sempre una tantum – che mostra le agevolazioni per l’acquisto di auto ibride ed elettriche in base alle emissioni, con sconti maggiori in caso di rottamazione di un veicolo inquinante che abbia almeno un anno di età.

auto ecologica - infografica ecotassa ed ecobonus
infografica Ecotassa o Ecobonus, quale strada prendere? realizzata da Money.it

Costi RC auto: un confronto auto ecologica – inquinante

SosTariffe.it ha elaborato uno studio comparativo sui costi della Rc auto scegliendo sei modelli di auto ecologica o più inquinante, suddividendoli in tre coppie: per ogni associazione è stato scelto un veicolo che beneficia dell’ecobonus e uno su cui grava l’ecotassa.

Per tutti i modelli considerati è stato calcolato il costo della polizza assicurativa nelle tre principali città italiane – Milano, Roma e Napoli – valutando anche le possibilità di risparmio garantite dalla comparazione online dei preventivi del portale. Ecco i risultati.

Mini Countryman e 500X

I due crossover, pur occupando lo stesso segmento di mercato, presentano un prezzo di listino decisamente differente (29mila euro per la 500X e 39.300 euro per la Mini). La 500X è soggetta all’ecotassa da 1.100 euro mentre la Mini può essere acquistata con l’ecobonus di 2.500 euro (con rottamazione di un usato Euro 4 o precedenti).

Nonostante la sostanziale differenza nel listino, il costo medio di una polizza RC Auto per i due modelli è molto simile. Assicurare una Mini Countryman Cooper S E costa in media 1.099 euro mentre la polizza per una Fiat 500X costa in media 1.013 euro.

Da notare che, a Milano, la polizza RC Auto costa meno per l’ibrida di Mini (729 euro contro 746 euro) mentre sia a Roma che a Napoli scegliere il diesel è ancora la soluzione più conveniente, dal punto di vista del premio assicurativo. Confrontando i preventivi online, il risparmio medio sulla polizza per la Mini è maggiore (1.341 euro contro 1.188 euro) e tocca una punta di oltre 1.600 euro a Napoli.

Kia Niro e Jeep Compass

La Kia Niro e la Jeep Compass presentano un prezzo di listino praticamente identico (36.700 euro contro 36.900 euro) ma il costo reale d’acquisto è differente in quanto la Kia Niro può contare sull’ecobonus (sino a 2.500 euro) mentre la Compass paga l’ecotassa (da 1.100 euro).

Chi sceglie l’ibrido può risparmiare sull’assicurazione auto. La Kia Niro, infatti, risulta, in media, più economica della Jeep Compass (1.034 euro contro 1.059 euro). La polizza auto per la Kia Niro risulta molto più economica, rispetto a quella della Compass, sia a Milano (più di 200 euro in meno) che a Roma (più di 250 euro in meno).

A Napoli la situazione si ribalta completamente, favorendo la Compass per la quale si registra un’assicurazione RC Auto in media più economica di quasi 400 euro. Anche il risparmio medio garantito dalla comparazione online favorisce la Kia Niro (1.451 euro contro 1.163 euro).

Tesla Model 3 e Mercedes-AMG A35

Il terzo confronto paragona due modelli sportivi, l’elettrica Tesla Model 3 e la compatta Mercedes-AMG A35 con motore turbo benzina.

La Tesla Model 3 può essere acquistata con l’ecobonus (sino a 6mila euro in caso di rottamazione di un usato) mentre la Mercedes AMG A35 deve fare i conti con l’ecotassa da 1.100 euro. Di listino, c’è una differenza di prezzo tra i due modelli di circa 10mila euro (57mila euro per la Tesla e 47mila euro per la Mercedes) che si dimezza considerando il sistema ecobonus/ecotassa.

I dati raccolti da SosTariffe.it confermano che assicurare l’elettrica costa meno. In media, infatti, una Tesla Model 3 presenta un costo della polizza RC Auto di 867 euro contro i quasi 1.200 euro di una Mercedes-AMG A35. Da segnalare la considerevole differenza di prezzo di una polizza RC Auto a Roma (583 euro contro 1.017 euro).

Anche a Napoli, dove solitamente assicurare un’auto ibrida costa di più rispetto a quanto costa assicurare un modello tradizionale con motore termico, scegliere l’elettrico conviene per quanto riguarda la polizza RC Auto. La Tesla Model 3 presenta un costo medio inferiore di circa 230 euro rispetto a quello della sportiva di Mercedes.

Per quanto riguarda la convenienza garantita dalla scelta online di una polizza auto, per una Model 3 è possibile risparmiare sino a un massimo di quasi 800 euro mentre i margini di risparmio per la Mercedes-AMG A35 sono maggiori e arrivano sino a quasi 1.100 euro.

In questo caso, a garantire un risparmio maggiore per il modello tradizionale è il costo nettamente inferiore della polizza RC Auto dell’elettrica che si traduce in minori opportunità di risparmio derivanti dalla comparazione online.

Condividi: