Home Smart City L’intelligenza artificiale ci aiuterà a guidare meglio

L’intelligenza artificiale ci aiuterà a guidare meglio

città: Milano - pubblicato il:
intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale ci aiuterà a guidare meglio e a spostarci con minori impatti ambientali? È quanto stanno cercando di capire gli addetti ai lavori.

Tra questi la casa automobilistica Seat, ora del Gruppo Volkswagen, che insieme al cervellone Watson AI di Ibm, sta sviluppando una nuova soluzione progettata per trasformare la guida.

La soluzione Mobility Advisor di Ibm Watson punta a consentire ai conducenti di prendere decisioni migliori sulle opzioni di trasporto quotidiane: da quello pubblico, al car sharing, al moto sharing o al bike sharing.

L’idea è quella di essere sempre aggiornati su come pianificare e ottimizzare i percorsi, oltre a poter ricevere consigli su come completare al meglio il viaggio.

Attualmente in fase di sviluppo e progettato per funzionare come app mobile, Mobility Advisor utilizza Ibm Watson Assistant per fornire ai conducenti un’interfaccia di conversazione per pianificare e ottimizzare i percorsi, oltre a consigli su come completare al meglio il viaggio.

Il sistema di intelligenza artificiale sarebbe in grado di adeguarsi dinamicamente a condizioni mutevoli tenendo conto delle previsioni del tempo, delle segnalazioni sul traffico e di ciò che accade in città quel giorno.

Inoltre, in base agli appuntamenti e all’umore del conducente suggerisce diverse opzioni di trasporto, anche se ciò significa non prendere l’auto, camminare o usare uno scooter come parte del percorso.

Condividi: