Home Eco Lifestyle Tariffe elettricità, ecco come scegliere quella più adatta

Tariffe elettricità, ecco come scegliere quella più adatta

città: Milano - pubblicato il:
tariffe elettricità

Il mercato elettrico, dal prossimo primo luglio, diventerà definitivamente libero e l’attuale scenario che comprende un mercato libero e un mercato tutelato non avrà più valore; le tariffe elettricità potranno quindi essere scelte sulla base delle effettive necessità ma i consumatori devono sapere quali elementi considerare e come muoversi per non trovarsi a pagare di più.

Dal prossimo luglio, quindi, tutti noi saremo obbligati a scegliere il mercato libero, abbandonando il mercato a maggior tutela, dovendo scegliere, probabilmente, un nuovo fornitore di energia elettrica e del gas – scelta che va fatta anche mantenendo il nostro attuale fornitore.

Ovvio quindi che anche nel caso più semplice – quello di mantenere il gestore corrente – andranno riverificate le tariffe per luce e gas che ci verranno applicate; se fate una veloce ricerca sul web inserendo la keyword “tariffe elettricità” vi troverete quindi di fronte a un lungo elenco di proposte delle società energetiche che, per conquistare nuovi clienti, stanno adottando politiche commerciali diversificate e concorrenziali.

Un po’ come accade per le tariffe telefoniche, anche la scelta della propria tariffa elettrica può essere dimensionata su misura, cercando di districarsi tra le varie offerte al netto della fantasia commerciale utilizzata dalle compagnie energetiche per attirare l’attenzione del potenziale nuovo cliente.

Per agevolare il cittadino, permettendogli di navigare nel mare magnum delle offerte super convenienti, ecco che Arera, l’autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, ha imposto a tutti gli operatori di aggiungere anche un contratto standard, privo delle offerte commerciali più curiose e fantasiose.

Il contratto standard introdotto dall’ente pubblico si chiama Placet, acronimo di Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela; grazie a questo contratto il cittadino è in grado di comparare la sua tariffa elettrica con quella – standard – degli altri operatori concorrenti.

Naturalmente l’offerta placet è valida sia per le famiglie sia per le imprese e si divide inoltre tra luce e gas, tra contratti a prezzo fisso o variabile e nelle diverse modalità di contabilizzazione dell’energia utilizzata – prezzo uniorario (uguale in qualunque momento del giorno o della notte) o multiorario (di notte e nei festivi costa meno).

Come districarsi tra le diverse tariffe elettriche

Come si scopre facilmente cercando online, oltre ai siti dei diversi operatori, esistono una marea di comparatori che consentono al cittadino – impostando i parametri relativi alle proprie necessità o alle proprie esigenze – di determinare la tariffa più conveniente.

Proprio in vista del passaggio al mercato libero del prossimo luglio però esiste un sito ufficiale di riferimento che raccoglie e confronta tutte le offerte placet del mercato di energia elettrica e gas.

Si tratta di un portale online per il confronto delle diverse tariffe elettriche e del gas, realizzato e gestito dall’Acquirente Unico – la società pubblica interamente partecipata dal Gestore dei Servizi Energetici, nata per garantire la fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato tutelato – in base alle indicazioni fissate.

Naturalmente il portale offre anche tutte le informazioni che riguardano il mercato libero, le modalità di cambiamento del proprio fornitore e i servizi di maggior tutela.

Condividi: