Home Eco Lifestyle Dammi la tua plastica: il flash mob che dice basta al packaging...

Dammi la tua plastica: il flash mob che dice basta al packaging inutile

città: Milano - pubblicato il:
packaging plastica

Un flash mob per combattere il packaging in plastica. Lo ha ideato il Circolo dei Verdi di Milano che si farà trovare sabato mattina a Milano davanti a uno dei più noti supermercati di viale Papiniano. A due passi da un altrettanto famoso mercato rionale.

Ci immaginiamo che l’evento avrà un forte impatto.

Cosa succederà dunque?

Sabato mattina le persone che escono con la spesa, saranno invitate “a consegnare gli imballi di plastica contenuti nelle loro borse” spiega il portavoce Claudio Monninivaschettine, cellophane… tipicamente tutto quel materiale che appena arriva a casa finisce direttamente nella raccolta differenziata senza beneficio per nessuno, che il consumatore paga e che danneggia il Pianeta per centinaia di anni, trasformandosi in un ulteriore costo per la collettività“.

Alle 13:30 l’evento avrà termine e, riprende il portavoce, “consegneremo alla direzione del supermercato le plastiche che i consumatori non hanno portato a casa“.

Qual è il vostro obiettivo?

L’obiettivo di sensibilizzare consumatori e distributori al problema dell’abbondanza di plastiche inutili e dannose. Sappiamo che le richieste del consumatore sono la leva più importante per modificare le politiche di produzione e distribuzione. Quindi questa azione si propone di essere un evento kit, replicabile in modo agile in mille altre occasioni.

È aperto a tutti questo flash mob?

Teoricamente sì, inviteremo chi ha il tempo e la buona volontà a unirsi a noi. Anche se noi milanesi siamo noti per essere sempre di fretta…

Un’iniziativa analoga è stata fatta in spagna qualche mese fa proprio per sensibilizzare i consumatori sul “mare di plastica” che a ogni spesa viene mosso e per stimolare le catene di supermercati a trovare alternative valide che possano limitare l’utilizzo di packaging in plastica.

Qui di seguito potete vedere il video dell’iniziativa…

Condividi: