Home Imprese Sostenibili SolKit aqua, una soluzione plug&play per la preparazione di acqua calda

SolKit aqua, una soluzione plug&play per la preparazione di acqua calda

città: Bergamo - pubblicato il:
hoval solkit aqua

Produrre acqua calda sanitaria sfruttando un sistema semplice da installare e in grado di funzionare con qualunque tipo di alimentazione: si tratta di SolKit aqua di Hoval, progettato per soddisfare le necessità di contesti residenziali di piccola-media dimensione, sia di nuova costruzione che riqualificati.

Hoval SolKit aqua può riscaldare l’acqua potabile mediante l’energia del sole e una caldaia a condensazione alimentata a gasolio o a gas, una caldaia a pellet piuttosto che una pompa di calore. Il sistema è composto da un bollitore con doppio serpentino, sul quale sono già premontati il gruppo solare e la centralina di regolazione.

Non è presente il vaso di espansione: l’impianto solare nel quale è installato il SolKit aqua è infatti caricato a pressione atmosferica con una miscela pronta di fluido glicolato antigelo. Il caricamento avviene mediante normali raccordi idraulici da giardino.

Disponibile in due versioni, SolKit aqua LT, abbinato a una pompa di calore, ha una capacità di 500 litri e SolKit aqua HT, combinato con caldaie a gas o a condensazione, con capacità di 400 o 500 litri.

Solkit aqua può utilizzare un minimo di uno e un massimo di due pannelli UltraSol o UltraSol ECO, che sono caratterizzati da una temperatura di stagnazione particolarmente bassa (165-167°C), ed è smart perché sfrutta il sistema di regolazione Top Tronic E, collegato a Internet attraverso una centralina meteorologica consultabile tramite App dal proprietario di casa per regolarne il funzionamento in base ai bisogni del momento.

L’installazione dell’impianto per l’acqua calda sanitaria è facile e immediata: un vantaggio anche per l’installatore, al quale Hoval offre un sistema plug&play.

Dal momento che i pannelli solari rimangono completamente vuoti di fluido, il caricamento può avvenire anche in pieno giorno o in piena estate senza doverli necessariamente coprire o dover concordare l’intervento di messa in servizio in orari mattutini o serali.

Condividi: