Home Imprese Sostenibili Una buona gestione dell’energia vale come un aumento delle vendite

Una buona gestione dell’energia vale come un aumento delle vendite

città: Roma - pubblicato il:
buona gestione dell'energia

Per le aziende una buona gestione dell’energia vale tanto quanto un aumento delle vendite: risparmiare il 20% dei propri costi energetici può avere lo stesso effetto sull’utile di un incremento del 5% delle vendite.

Inoltre puntare sull’efficienza energetica permette alle aziende di costruirsi un futuro energetico più indipendente e flessibile: lo afferma l’ultimo report – Energy Opportunity – sulle opportunità dell’energia realizzato da Centrica Business Solutions.

Nel rapporto, oltre ai consigli per una buona gestione dell’energia, si denotano quali possono essere le opportunità dell’efficienza per trasformarsi da apparente costo fisso aziendale a reale moltiplicatore di valore e di crescita.

Molte aziende mettono in secondo piano l’efficienza energetica a causa di alcune diffuse convinzioni errate, come, per esempio che l’adozione di una tecnologia nuova richieda un impegno a lungo termine, che ci sia bisogno di tempo, risorse e competenze per gestirla o che costi troppo. In realtà si tratta di soluzioni ben collaudate, che un partner energetico può gestire per conto dell’azienda ed esistono varie opzioni di finanziamento flessibili, alcune delle quali non prevedono alcun costo iniziale” afferma Christian Stella, Managing Director di Centrica Business Solutions Italia.

I vantaggi di una buona gestione dell’energia

In tutto il mondo, le organizzazioni operano in condizioni mutevoli e di incertezza dei mercati: i costi aziendali aumentano, le risorse sono sfruttate oltre i limiti e la pressione per l’efficienza operativa non conosce sosta.

Tuttavia, in questa corsa all’abbattimento dei costi operativi, esiste un’area che molte aziende spesso trascurano: la gestione dell’energia. Con un approccio più efficiente all’approvvigionamento, all’utilizzo e alla gestione dell’energia, è possibile ridurre i costi per finanziare crescita e innovazione.

Un recente sondaggio ha rivelato che quasi metà dei Senior Manager non ha idea di quanto il costo dell’energia incida sulle spese aziendali, ignorando altresì che un taglio del 20% del costo dell’energia può avere lo stesso effetto sull’utile di un incremento del 5% delle vendite” continua Stella.

In realtà, per le aziende, sono state individuate 4 opportunità dell’energia.

Ottenere insight per migliorare l’efficienza operativa

Solo un quarto delle organizzazioni misura quanta energia viene consumata in azienda. Un monitoraggio continuativo consente di individuare dove si concentrano i costi e dove si nascondono gli sprechi, permettendo di migliorare le prassi operative, ridurre al minimo i costosi tempi di inattività, migliorare l’agilità e incrementare la produttività.

Una maggiore visibilità sull’utilizzo di energia può essere convertita velocemente in risparmi che aiutano a ottenere vantaggi finanziari immediati e a creare le condizioni per investimenti futuri.

Candiani, per esempio, leader nella produzione di tessuto denim, ha installato 230 sensori wireless e 25 bridge di rete, per monitorare in tempo reale i consumi e migliorare l’efficienza operativa nei suoi due stabilimenti italiani, raggiungendo 9,60 MWe di potenza monitorata e un grado di copertura del 100% dei consumi relativi alle attività generali e ai servizi ausiliari.

Migliorare l’efficienza aziendale con una buona gestione dell’energia

Due quinti delle aziende intervistate da Centrica ha registrato una notevole riduzione del costo dell’energia dopo l’investimento in soluzioni energetiche avanzate. Esistono differenti approcci che possono essere utilizzati in base alla tipologia di azienda e al settore in cui opera.

Per gli edifici commerciali, l‘illuminazione a Led è una soluzione semplice, il 90% più efficiente rispetto all’illuminazione tradizionale e con un rapido ammortamento.

Il Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito, per esempio, ha sostituito l’intero sistema di illuminazione con luci a Led intelligenti di ultima generazione, sensori di movimento e tecnologia di controllo a distanza, ottenendo un risparmio complessivo di circa 200mila euro e notevoli riduzioni delle emissioni di carbonio, oltre a regimi di riparazione e manutenzione più efficienti ed economici.

Ridurre la dipendenza dalla Rete e proteggere l’azienda dalla variabilità dei prezzi

Secondo lo studio, un’interruzione nella fornitura dell’energia può arrivare a costare il 17% del fatturato annuo. L’81% delle aziende intervistate ha avuto almeno un problema energetico negli ultimi 12 mesi, mentre il 45% ritiene che dovrà affrontarlo entro il prossimo anno.

La necessità di una fonte di energia sicura e stabile è imprescindibile per preservare la continuità operativa di un’azienda. Le soluzioni di energia distribuita, che generano energia in loco, offrono maggiore indipendenza e flessibilità di approvvigionamento Interessante a questo proposito il caso di Sifi, fiore all’occhiello italiano nel settore biomedicale, che ha installato un impianto di cogenerazione che soddisfa il 70% del consumo elettrico e il 90% di quello termico e che, oltre a consentire un sostanziale risparmio economico, ha dotato lo stabilimento di un sistema in grado di garantire la continuità di servizio anche in caso di interruzione di fornitura della rete pubblica, aspetto fondamentale in questo settore.

Rafforzare la reputazione del proprio brand

Oltre un terzo dei consumatori sta scegliendo attivamente di acquistare da marchi che si impegnano a favore della tutela dell’ambiente. Esistono grosse opportunità finanziarie per le aziende nel soddisfare la crescente domanda dei consumatori per prodotti e servizi a basso impatto ambientale.

L’energia solare, per esempio, è un approccio sostenibile alla buona gestione dell’energia che non si ripercuote solo sull’incremento degli utili ma che può migliorare la reputazione del marchio.

Toyota ha realizzato con Centrica Business Solutions il suo primo impianto europeo sostenibile a Burnaston, rafforzando sostenibilità e reputazione aziendale. Con oltre 17.000 moduli fotovoltaici installati, l’impianto fornisce ora il 5% dell’energia utilizzata dallo stabilimento Toyota, contribuendo a ridurre i costi e le emissioni di carbonio.

Condividi: